La Cina è uno dei più grandi mercati di smartphone al mondo e, con la sua popolazione di oltre 1 miliardo di persone, riflette molte delle tendenze future che potremmo vedere nel settore della telefonia. Una di queste è il marchio del SoC utilizzato per gli smartphone. Poiché siamo quasi a metà del 2022, la società di analisi dei dati, CINNO Research, ha recentemente pubblicato un rapporto sui primi 5 fornitori di SoC per smartphone nel mercato cinese per il primo trimestre del 2022 dal quale emerge che MediaTek è il SoC più utilizzato negli smartphone nel trimestre.

Secondo il rapporto (via ITHome), le spedizioni di SoC per smartphone nel primo trimestre del 2022 sono state di 74,39 milioni di unità, in calo del 14,4% su base annua e in aumento dello 0,7% rispetto al trimestre precedente. I primi 5 fornitori di SoC per smartphone sono: MediaTek, che guadagna il primo posto, Qualcomm al secondo, Apple al terzo, HiSilicon di Huawei e UNISOC rispettivamente al quarto e al quinto posto.

MediaTek ha spedito 30,7 milioni di chipset per smartphone nel primo trimestre del 2022, una cifra superiore rispetto alle spedizioni del trimetre precedente. L’aumento delle spedizioni di SoC per smartphone MediaTek può essere principalmente attribuito alla strategia dell’azienda di semiconduttori e al catalogo di chipset che aveva offerto negli ultimi 6 mesi, che includeva il popolare chipset Dimensity 920 5G utilizzato su smartphone come Redmi Note 11 Pro+, realme 9 Pro+ e Xiaomi 11i Hypercharge.

Riguardo Qualcomm, è rimasto relativamente stabile al secondo posto con 26,7 milioni di spedizioni di SoC per smartphone nel primo trimestre del 2022, superiore alla cifra di 23,6 milioni dello scorso trimestre, ma inferiore ai 27,9 milioni di spedizioni del primo trimestre dello scorso anno. Insieme alla carenza di chip in corso, Qualcomm aveva precedentemente annunciato che sposterà gradualmente la sua attenzione sui chipset di punta invece che sui chipset entry-level e di fascia media dato che i chipset di punta forniscono margini di profitto più elevati. Tuttavia, l’unico avvertimento di questa strategia è la perdita di quote di mercato nei mercati di fascia media ed entry-level, il che porta a spedizioni complessive inferiori ma a maggiori ricavi per l’azienda.

Apple, d’altra parte, ha spedito solo 12 milioni di SoC per smartphone nel primo trimestre del 2022, in calo del 15,8% rispetto ai 18,4 milioni del quarto trimestre del 2021. Man mano che l’iPhone si avvicina alla fine del ciclo di rilascio, anche le spedizioni dovrebbero diminuire, perché gli utenti aspettano la nuova versione di iPhone a breve.

HiSilicon di Huawei continua la sua graduale uscita dal mercato cinese dei SoC per smartphone poiché l’azienda ha spedito solo 2,5 milioni di unità in questo trimestre, in calo rispetto ai 13,8 milioni del primo trimestre del 2021. Poiché le scorte di HiSilicon Kirin non vengono reintegrate a causa delle sanzioni ancora in corso sulla fornitura contro la società, il brand potrebbe uscire dalla top 5 entro il prossimo anno, se non prima.

Ad entrare nella Top 5 invece c’è l’azienda di semiconduttori UNISOC, in rapida crescita. UNISOC ha visto la spedizione di 1,9 milioni di SoC per smartphone nel primo trimestre del 2022, in aumento del 1760% rispetto agli 0,1 milioni del primo trimestre del 2021. La causa principale della crescita esponenziale dietro UNISOC è il mercato degli smartphone entry-level. Visto che l’area d’interesse principale di Qualcomm ed Apple è nella fascia alta, UNISOC mira alla fascia bassa con i suoi chipset più convenienti venduti a realme, Motorola e Samsung per i loro smartphone più economici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui