Micron Technology ha annunciato di aver avviato la produzione in serie della prima NAND a 232 layer al mondo, realizzata con la sua tecnologia leader nel settore per garantire alle soluzioni di archiviazione prestazioni senza precedenti. La tecnologia è caratterizzata dalla più alta densità areale del settore in grado di offrire una maggiore capacità e una migliore efficienza energetica rispetto alle precedenti generazioni NAND di Micron, per consentire di supportare al meglio i casi d’uso più intensivi di dati dal cliente al cloud.

Una tecnologia all’avanguardia che offre prestazioni ineguagliabili

Poiché il mondo genera sempre più dati, i clienti devono espandere la capacità di archiviazione e le prestazioni, riducendo al contempo il consumo di energia e soddisfacendo i più stringenti requisiti di sostenibilità ambientale. La tecnologia NAND a 232 layer di Micron fornisce una capacità di archiviazione ad alte prestazioni necessaria per supportare le soluzioni avanzate e i servizi in tempo reale richiesti nei data center e nelle applicazioni automobilistiche, nonché esperienze reattive e coinvolgenti sui dispositivi mobili, l’elettronica di consumo e i PC. Questo nodo tecnologico consente l’introduzione della più elevata velocità di NAND I/O del settore, 2,4 gigabyte al secondo (GB/s), per soddisfare le esigenze di bassa latenza e l’alto rendimento dei carichi di lavoro incentrati sui dati, tra cui l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico, i database non strutturati, l’analisi in tempo reale e il cloud computing. Questa velocità rappresenta un trasferimento di dati più veloce del 50% rispetto all’interfaccia più veloce abilitata sul nodo a 176 layer di Micron. La NAND a 232 layer di Micron offre inoltre una larghezza di banda in scrittura superiore del 100% e una larghezza di banda in lettura superiore di oltre il 75% per matrice rispetto alla generazione precedente. Questi vantaggi per ogni singola matrice si traducono in un aumento delle prestazioni e dell’efficienza energetica nelle unità SSD e nelle soluzioni NAND integrate.

Inoltre, la NAND a 232 layer introduce la prima NAND TLC in serie a sei piani al mondo. Ha il maggior numero di piani per matrice di qualsiasi altra flash TLC e dispone di capacità di lettura indipendente per ogni piano. La combinazione di alta velocità di I/O, latenza di lettura e scrittura e architettura a sei piani di Micron offre i migliori trasferimenti di dati della categoria in molte configurazioni. Questa struttura garantisce un minor numero di collisioni tra i comandi di scrittura e lettura e migliora la qualità del servizio a livello di sistema.

La NAND a 232 layer di Micron è la prima in produzione ad abilitare NV-LPDDR4, un’interfaccia a bassa tensione in grado di offrire un risparmio di trasferimento per bit di oltre il 30% rispetto alle interfacce I/O precedenti. Di conseguenza, le soluzioni NAND a 232 layer offrono un supporto ideale per le applicazioni mobili e le implementazioni nei data center e nell’intelligent edge che devono bilanciare prestazioni migliori e bassi consumi. L’interfaccia è anche retrocompatibile per supportare controllori e sistemi legacy.

Il fattore di forma compatto della NAND a 232 layer offre ai clienti flessibilità nei loro design, consentendo al contempo la più alta densità TLC per millimetro quadrato mai prodotta (con 14,6 Gb/mm2). La densità areale è tra il 35% e il 100% superiore a quella dei prodotti TLC concorrenti presenti oggi sul mercato. Spedito in un nuovo package di 11,5 mm x 13,5 mm, la NAND a 232 layer presenta una dimensione del package del 28% inferiore rispetto alle precedenti generazioni di Micron, rendendola la più piccola NAND ad alta densità disponibile. Una maggiore densità in un ingombro ridotto riduce al minimo lo spazio sulla scheda per una vasta serie di implementazioni.

La NAND di nuova generazione promuove l’innovazione in più mercati

La rapida diffusione delle NAND a 232 layer è il risultato della leadership di Micron nella ricerca, nello sviluppo e nei progressi della tecnologia di processo. Le sue capacità rivoluzionarie consentiranno ai clienti di offrire soluzioni più innovative nei data center, nei computer portatili sempre più sottili e leggeri, nei dispositivi mobili più recenti e nell’intelligent edge.

Articolo precedenteFacebook diminuiscono per la prima volta le entrate
Articolo successivoiQOO 9T, il rebranded dell’iQOO 10 è ufficiale in India
La tecnologia, roba da donne: ecco la blogger per promuovere il lato rosa della tecnologia.