La polizia del Regno Unito ha arrestato un sospetto hacker di 17 anni. I rapporti suggeriscono che l’arresto è collegato all’hack di Rockstar Games che ha portato a una grave fuga di notizie su Grand Theft Auto VI (GTA6). L’individuo potrebbe essere coinvolto anche in un’intrusione in Uber.

Secondo le fonti del giornalista Matthew Keys, l’arresto è il risultato di un’indagine che coinvolge la polizia della City di Londra, l’unità nazionale britannica per i crimini informatici e l’FBI. Keys ha fatto notare che la polizia e/o l’FBI riveleranno ulteriori dettagli sull’arresto nel corso della giornata. La polizia di Londra ha dichiarato di non avere “ulteriori informazioni da condividere in questa fase”.

La fuga di notizie su GTA VI è senza dubbio una delle più grandi nella storia dei videogiochi. Lo scorso fine settimana, l’hacker ha condiviso una serie di filmati provenienti da una build di prova del gioco, che è uno dei titoli più attesi in circolazione. Rockstar, che tende a mantenere uno stretto riserbo sul proprio processo di sviluppo, ha confermato lunedì che la fuga di notizie era legittima. Ha dichiarato che l’incidente non avrà ripercussioni sul lavoro del gioco e che “introdurrà adeguatamente” i fan al prossimo titolo della serie di successo una volta pronto.

Anche Uber è stata oggetto di un incidente di cybersecurity questo mese. Questa settimana l’azienda ha dichiarato che l’hacker in questione non ha avuto accesso agli account degli utenti, ma lunedì stava ancora cercando di determinare l’impatto dell’intrusione. Uber ha anche preso atto delle notizie che suggeriscono che la stessa persona o lo stesso gruppo potrebbero essere stati responsabili dell’hack di Rockstar. Inoltre, ha dichiarato che il responsabile potrebbe essere collegato al gruppo di hacker Lapsus$.

Il 17enne è stato arrestato nell’Oxfordshire, dove si dice che viva uno dei leader di Lapsus$. A marzo, BBC News ha riferito che un sedicenne di Oxford (che potrebbe aver compiuto gli anni da allora) era stato identificato da ricercatori e hacker come legato al gruppo. Nello stesso mese, la polizia di Londra ha arrestato sette adolescenti con presunti legami con Lapsus$, ma non è stato confermato se l’adolescente di Oxford fosse tra loro. Lapsus$ ha preso di mira anche Microsoft, Okta e T-Mobile.

Articolo precedenteiPhone 14 Pro Max, il display è il migliore per DxOMark
Articolo successivoWindows 11 22H2 causa problemi ad alcuni utenti NVIDIA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui