Una crisi economica globale causata dalla pandemia di coronavirus e dalla guerra in Ucraina sta influenzando in modo significativo i prezzi e le vendite di vari prodotti, compresa l’elettronica. Per adattarsi a questo scenario, i rapporti affermano che Samsung dovrebbe ridurre la produzione di TV, smartphone ed elettrodomestici.

Secondo SamMobile, l’azienda sudcoreana ha già notato una riduzione della domanda di TV ed elettrodomestici, che giustifica il taglio alla produzione di questi prodotti. Uno dei fattori principali riguarda le incertezze che circondano il conflitto Ucraina-Russia.

I dati raccolti dalla ricerca di mercato indicano che nella seconda metà del 2022 le scorte di Samsung hanno impiegato 94 giorni per essere sostituite, vale a dire l’esaurimento di un lotto per iniziare le vendite di un altro.

Questo cambiamento richiede un adattamento frequente da parte del produttore; dopo tutto, l’onere dei costi di Samsung si deve ridurre se il flusso di vendite è inferiore. In caso contrario, i vecchi prodotti tendono ad accumularsi in magazzino e il loro valore si riduce con il lancio di nuove tecnologie.

Ma i problemi non finiscono qui. I rapporti affermano che questa crisi sta già colpendo il mercato degli smartphone, poiché Samsung ha già ridotto la sua produzione di 30 milioni di unità dopo che 50 milioni di smartphone sono rimasti invenduti, una cifra equivalente al 18% della produzione prevista per il 2022.

Articolo precedenteASUS ROG Phone 6 Ultimate u Geekbench prima del lancio
Articolo successivoAmazon Kindle perderà il supporto per i file MOBI
La tecnologia, roba da donne: ecco la blogger per promuovere il lato rosa della tecnologia.