Samsung ha presentato il suo ultimo sensore per fotocamere da 200 megapixel con alcuni dei pixel più piccoli mai realizzati, che secondo l’azienda consentiranno ai produttori di mantenere sottili i loro smartphone premium. Allo stesso tempo, il sensore HP3 contiene tecnologie come la capacità di messa a fuoco automatica in ogni pixel, il binning per una migliore capacità in condizioni di scarsa illuminazione e l’ISO multi-gain per la massima gamma dinamica. 

Il sensore ha una dimensione di 1/1,4 pollici, abbastanza grande per uno smartphone ma estremamente piccolo per un sensore da 200 megapixel. Samsung sostiene che ha i pixel più piccoli del settore con 0,56 micron, il 20% in meno rispetto ai pixel da 0,64 micron dell’ISOCELL HP1 lanciato lo scorso anno. Tuttavia, questo non è del tutto esatto, poiché il produttore cinese Omnivision ha presentato a febbraio un sensore da 200 megapixel con la stessa dimensione dei pixel di 0,56 micron. 

Ad ogni modo, il sensore di Samsung presenta alcuni accorgimenti tecnologici interessanti. Ogni pixel è in grado di rilevare la messa a fuoco automatica e la tecnologia “Super QPD” utilizza una singola lente su quattro pixel che consente una messa a fuoco automatica più rapida e precisa. Può anche riunire quattro pixel da 0,56 micron in un sensore più grande da 1,12 micron da 50 megapixel per una migliore capacità in condizioni di scarsa illuminazione, o addirittura combinare 16 pixel in uno da 2,24 micron. Si tratta comunque di una dimensione notevolmente inferiore rispetto ai pixel della maggior parte dei sensori delle fotocamere (il sensore full-frame da 61 megapixel della A7R IV di Sony ha pixel da 3,76 micron), ma dovrebbe consentire una discreta capacità di ripresa in condizioni di scarsa illuminazione. 

Oltre alle foto ad alta risoluzione, consente di realizzare video in 8K a 30 fps e 4K a 120 fps, utilizzando quasi l’intera larghezza del sensore. Infine, offre una profondità di colore di 14 bit (4.000 miliardi di colori), quadruplicando la profondità di 12 bit della maggior parte dei sensori per smartphone. La produzione di massa inizierà quest’anno e probabilmente nel 2023 si vedranno telefoni da 200 megapixel che utilizzano questo sensore. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui