I membri della piattaforma SetTV erano stati condannati nel 2018 negli Stati Uniti per aver fornito un servizio di pay-TV piratato ed avevano presentato ricorso contro la decisione del tribunale. Le cose non sono andate esattamente come si aspettavano ed infatti il risultato è stato loro sfavorevole, visto che dovranno pagare una multa ancora maggiore.

All’inizio, i responsabili dell’IPTV illegale, Jason LaBossiere e Nelson Johnson, avrebbero dovuto pagare 90 milioni di dollari a tre fornitori americani: Dish, Sling TV e NagraStar. Con la nuova decisione, pubblicata questa settimana, il valore è salito a 130 milioni di dollari.

L’aumento dell’importo è dovuto alla scoperta di nuove violazioni delle regole, che sono state inserite nel processo. La sentenza del tribunale richiedeva che i creatori di SetTV si impegnassero a non ripetere lo stesso crimine.

Tuttavia, in questo periodo, LaBossiere ha creato una nuova piattaforma, ExpediteTV, insieme a Sean Beaman e Stefan Gollner, per fornire lo stesso servizio televisivo piratato. Il nuovo importo è stato il risultato di un indennizzo di 2 mila dollari per ogni firma irregolare effettuata dai clienti. Poiché gli utenti erano 65.000, la sanzione ha raggiunto un totale di 130 milioni di dollari.

L’importo totale sarà diviso tra i tre imputati, che dovranno pagare 43,3 milioni di dollari ciascuno. Ancora una volta, la decisione impedisce loro di lanciare nuove piattaforme IPTV piratate, nonché qualsiasi atto che violi le regole sul copyright.

Pare che gli imputati abbiano accettato di pagare l’importo; in ogni caso le due parti possono raggiungere un accordo stragiudiziale, al fine di cercare di ridurre la sanzione complessiva.

Articolo precedenteSnapchat Plus è il piano d’abbonamento a pagamento di Snap
Articolo successivoTikTok farà vedere i follower che visualizzato i vostri post
La tecnologia, roba da donne: ecco la blogger per promuovere il lato rosa della tecnologia.