Dicembre 10, 2019

Dispositivi Aeotec – Smart Switch 7 e MultiSensor 6

Come anticipato nella precedente recensione in cui abbiamo parlato dei termostati Aeotec, vi presenteremo una serie di dispositivi pensati per rendere le nostre case veramente intelligenti, oltre che più sicure ed adatte alle nostre esigenze quotidiane. È importante sentirsi a proprio agio a casa e soprattutto è importante sentirsi al sicuro, non solo da intrusioni esterne ma anche da situazioni pericolose che possono verificarsi nell’ambiente domestico legate al malfunzionamento di elettrodomestici o a distrazioni. Una casa intelligente, poi, è tale solo se lo è in tutti i sensi, anche in termini di risparmio; anche se inizialmente è necessario un investimento, nel tempo il ritorno economico può essere sostanzioso.

Smart Switch 7

Per iniziare parliamo della Smart Switch 7. A volte non si dà importanza alle prese elettriche e non si comprendono i pericoli legati all’elettricità. La Smart Switch 7 di Aeotec è in esclusiva per il mercato europeo (per gli utenti che usano tipi di spina australiana, inglese o statunitense è disponibile la Smart Switch 6).

Il design europeo, l’ingegneria tedesca e le certificazione SGS rendono questa smart plug piccola ma molto sicura. Misura infatti 42 mm di larghezza ma è stata pensata per essere comoda e non bloccare le prese su cui è installata; inoltre è dotata di protezioni per impedire l’inserimento accidentale di oggetti appuntiti. Consente di alimentare elettrodomestici fino a 10 A di potenza e li protegge da sovraccarichi di tensione grazie alla protezione da sovratensione integrata. Vista la sua compatibilità con sistema Z- Wave permette di spegnere i dispositivi collegati in caso di emergenza e di monitorare il consumo di elettricità degli elettrodomestici aiutandoci ad individuare eventuali dispersioni. Il risparmio è conseguenza della possibilità di monitorare il consumo effettivo (non quello dichiarato) attraverso l’applicazione e di accenderli solo quando realmente necessario.

L’installazione di Smart Switch 7 e la connessione ad un hub non richiede particolari sforzi poiché con lo SmartStart integrato i gateway compatibili possono connettersi in modalità wireless scansionando il codice QR della spina. Grazie alle migliorie apportate da Aeotec con i continui studi e la riprogettazione dei dispositivi, il suo segnale wireless è più potente rispetto ai precedenti modelli ed è più veloce nella risposta. Per finire, con diversi livelli di sicurezza utilizzati, tra cui S2, l’hacking è scongiurato.

Se volete acquistare la Smart Switch 7 vi consigliamo di consultare il sito ufficiale di Aeotec al seguente link

https://aeotec.com/z-wave-plug-in-switch/.

MultiSensor 6

Questo piccolo dispositivo racchiude tutta la tecnologia che può aiutarci a rendere la nostra casa perfetta per le nostre esigenze, oltre che ancora più sicura. Racchiude infatti 6 sensori: sensore di movimento, temperatura, luce, umidità, vibrazione, sensore UV.

È alimentato a batterie, ma rispetto al modello precedente necessita della metà delle batterie (2AA) per una durata 4 volte superiore (2 anni circa a seconda dell’utilizzo); può anche essere collegato tramite USB ad un PC o alla corrente elettrica con un adattatore che però non è in dotazione.

È discreto e leggero, tanto che in ogni stanza sarà facile trovare il posto più adatto in cui collocarlo; la qualità dei materiali è buona, ma la qualità dei sensori, prodotti in Svizzera e negli Usa, è alta. È più potente e veloce, il segnale wireless, secondo quanto dichiarato dall’azienda, raggiunge i 150 metri. La sicurezza poi è importantissima anche per l’uso del dispositivo stesso, così la comunicazione tra il sensore e la rete Z-Wave avviene con crittografia dei dati AES-128 bit.

Nell’ottica della sicurezza dell’abitazione e della famiglia e dell’ottimizzazione dei costi, il sensore di movimento può essere fondamentale. Il sensore di movimento di MultiSensor 6 ha una portata di 5 metri ed un campo visivo di 120°; fornendo dati in tempo reale può aiutarci a sapere se in casa c’è movimento quando si è fuori, sapere se una stanza è vuota ma qualcuno ha lasciato le luci accese (e dunque spegnerle per risparmiare).

Grazie al sensore di vibrazione poi possiamo sapere se il MultiSensor viene spostato, se subisce manomissioni o movimenti anomali e se ci sono movimenti anomali nell’abitazione, come attività sismica, il tutto per una maggiore sicurezza.

Il sensore di temperatura rileva la temperatura effettiva di una stanza. In relazione ai termostati per radiatori, ai condizionatori o ventilatori collegabili ad una rete Z-Wave, tale dato è importante per ottimizzare il sistema e sfruttarlo al massimo del suo potenziale.

Sulla stessa linea di gioco si trova il sensore di umidità. Alcuni ambienti infatti sono più umidi di altri. Basta paragonare la stanza da bagno al soggiorno, per fare un esempio. E allora rilevare tale tasso può aiutare a regolare deumidificatori e ventilatori, gestire l’apertura e chiusura delle finestre e molto altro.

Ancora in relazione si trova il sensore di luce che rilevando la luce nella stanza, confrontata all’esigenza che abbiamo in quel momento, aiuta a gestire l’apertura delle finestre, delle tende, ma anche l’accensione delle luci e la regolazione dell’intensità della luce stessa.

In riferimento dunque alla luce, ha un ruolo importante per la salute degli occhi e la buona manutenzione dei mobili il sensore UV, per il rilevamento appunto della luce ultravioletta.

MultiSensor 6 ha la versione più recente di Z-Wave integrata. È basato sull’ultimo chip e firmware della serie Z-Wave 500 garantendo una velocità di comunicazione maggiore e d una maggiore portata wireless.

Si può acquistare su Amazon.it al seguente link https://amzn.to/2MYh0GE.

Una semplice riflessione ci porta a comprendere che i sensori per porte e finestre giocano un altro ruolo importante ed ovviamente non mancheremo di parlarvene nella prossima recensione. Anticipiamo anche che vi parleremo della Z-Stick 7 di Aeotec per la gestione dei dispositivi e di molto altro. Continuate a seguirci!

Condividi sui tuoi social
Carolina Napolano

La tecnologia, roba da donne: ecco la blogger per promuovere il lato rosa della tecnologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »