Amazon ha annunciato ieri 05 agosto l’acquisto del produttore di aspirapolvere robot iRobot per circa 1,7 miliardi di dollari in un accordo interamente in contanti, evidenziando il desiderio del gigante della vendita al dettaglio online di fare un salto nel mercato dei robot domestici.

Colin Angle, amministratore delegato di iRobot, rimarrà al timone dell’azienda una volta completata la transazione, anche se nessuna delle due società ha rivelato quando si prevede che ciò avverrà. La decisione dipende in gran parte dall’approvazione delle autorità di regolamentazione e dal via libera degli azionisti di iRobot.

Amazon ha dichiarato in un comunicato stampa che acquisirà iRobot per 61 dollari per azione e che l’operazione coprirà il debito netto di iRobot.

“Sappiamo che risparmiare tempo è importante e che le faccende domestiche richiedono tempo prezioso che può essere speso meglio per fare qualcosa che i clienti amano“, ha dichiarato Dave Limp, vicepresidente senior di Amazon per i dispositivi. “Nel corso di molti anni, il team di iRobot ha dimostrato la sua capacità di reinventare il modo in cui le persone puliscono, con prodotti incredibilmente pratici e inventivi: dalla pulizia quando e dove i clienti vogliono, evitando gli ostacoli più comuni in casa, allo svuotamento automatico del cestino della raccolta”.

Un team di ricercatori del MIT ha fondato iRobot nel 1990 con l’obiettivo principale di realizzare robot militari. L’azienda è diventata sinonimo di robot domestici da quando ha introdotto il primo Roomba nel 2002. 

Attualmente, iRobot è nota per molti dei migliori aspirapolvere robot. Nel frattempo, Amazon non è esattamente un nuovo arrivato nel mercato dei robot domestici. L’anno scorso ha presentato Astro, un robot da 1.000 dollari che utilizza l’elaborazione a bordo e gli algoritmi SLAM (simultaneous location and mapping) per mappare in modo intelligente la casa. Tuttavia, Astro è stato sovraccaricato di troppi compiti, al punto da mancare la stessa concentrazione di Roomba. 

Amazon ha inoltre una partnership consolidata con iRobot grazie al supporto di Roomba per Alexa. L’acquisizione porta questo rapporto a un livello superiore.

Inoltre Angle aveva già detto che iRobot sperava di tornare alla redditività e di superare le aspettative del passato. Con il sostegno di Amazon, questo sogno sarà ora possibile per iRobot, sempre che l’acquisizione venga completata.

Articolo precedenteInstagram supporterà le foto con formato di 9:16 per i post
Articolo successivoQuali smartphone Samsung sono idonei per la One UI 5.0 beta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui