Pare che anche TikTok si sia unito alla tendenza delle tecnologie che trasformano il testo in immagini attraverso l’intelligenza artificiale. Il social network porta la funzionalità attraverso uno dei suoi effetti, AI Greenscreen, che promette di trasformare le parole in immagini.

Poco tempo fa l’app per i video brevi aveva anche iniziato a testare i minigiochi HTML ed ora, l’azienda ha lanciato l’effetto “Greenscreen”, in cui l’utente digita una qualsiasi parola in un campo di testo e attende fino a quando l’immagine appare dopo essere stata prodotta con l’aiuto dell’intelligenza artificiale.

L’immagine che viene generata può diventare lo sfondo dei video dei creator che utilizzano lo strumento. Il risultato finale finisce per essere un’immagine in uno stile astratto, qualcosa in realtà di poco definito e senza così tanti dettagli, il che potrebbe evitare la generazione di immagini violente o sconvenienti.

In ogni caso può produrre immagini che danno un aspetto più originale per i creator all’interno di TikTok. È possibile che si debba provare a creare l’immagine più di una volta per poter vedere il risultato finale. Anche se non si può dire che la precisione di Greenscreen sia straordinaria, è certamente un’opzione divertente e può essere un altro modo per passare del tempo e distrarsi utilizzando TikTok.

Questa adesione del social network dimostra come questo tipo di tecnologia si stia consolidando e diffondendo sempre più. In questo modo, è probabile che compaiano più sistemi basati su questo concetto e che quelli già esistenti ricevano aggiornamenti e miglioramenti nel corso del tempo, divenendo accessibili ad un numero sempre più ampio di utenti.

Non ci resta che attendere le prossime novità, perciò continuate a seguirci perché appena vi saranno delle news in merito o in generale dal mondo della tecnologia le condivideremo, come sempre.

Articolo precedenteTHE DIOFIELD CHRONICLE – demo disponibile
Articolo successivoGoogle Pixel 6 Pro non può tornare ad Android 12 dopo l’aggiornamento ad Android 13, ecco perché
La tecnologia, roba da donne: ecco la blogger per promuovere il lato rosa della tecnologia.