Prima o poi è successo a tutti: apriamo il collegamento in un’email pubblicitaria, oppure facciamo clic su una pubblicità online e da quel momento, come per magia, veniamo bombardati dalla pubblicità del prodotto o servizio corrispondente per le settimane successive. Questo è possibile sia grazie ai famigerati cookie, sia a causa dei codici di tracciamento dei siti web che vengono inviati insieme all’indirizzo web e che il nostro browser “passa” alla pagina quando la apriamo.

Esistono sistemi antitracciamento evoluti e accorgimenti che ci permettono di evitarlo, ma spesso sono laboriosi e in alcuni casi possono impedire la navigazione corretta. L’estensione Neat URL, ci offre una soluzione semplice: non fa altro che “leggere” l’indirizzo che il nostro browser sta per aprire e bloccare tutti i sistemi di tracciamento noti. È un’estensione piuttosto spartana, per cui non aspettiamoci un sistema particolarmente ricco. Anche le notifiche, per esempio, si limitano a indicarci quanti tracker sono stati bloccati ma non quali. Tutto sommato, però, fa il suo lavoro piuttosto bene ed è molto più leggera e meno invasiva dei tradizionali sistemi antitracciamento.

Guida completa a Neat URL

  1. Come prima cosa scarichiamo l’estensione per il nostro browser facendo clic sul link nella homepage di Neat URL. La versione per Google Chrome funziona con tutti i browser basati su Chromium, come al solito. Ricordiamo anche che l’estensione funziona anche su browser Firefox.
  2. Facendo clic con il tasto destro e visualizzando le opzioni, possiamo vedere quali tracker vengono bloccati. Volendo li possiamo modificare, ma con molta attenzione: come abbiamo detto non ci sono molti controlli.
  3. In un primo test di prova abbiamo provato ad aprire un link proveniente da una newsletter e, come possiamo immaginare, il sistema ha bloccato un solo tracker, probabilmente usato per capire da dove arrivava il nostro browser.
  4. Come ultimo test abbiamo aperto una pagina trovata fra le sponsorizzate di Google e qui il numero dei tracciamenti aumenta sensibilmente. Ricordiamo che facendo clic sull’icona dell’estensione la possiamo disattivare per un sito specifico.
Articolo precedenteiPhone 14, Gurman conferma evento Apple per il 7 settembre
Articolo successivoHOKKO LIFE IN ARRIVO SU PC E CONSOLE IL 27 SETTEMBRE
La tecnologia, roba da donne: ecco la blogger per promuovere il lato rosa della tecnologia.