Oggi ci caleremo nel mondo Apple e ti presentiamo un’altra guida, questa volta, per gli utenti iPhone e iPad! Scopri come comprimere e decomprimere file ZIP utilizzando gli strumenti nativi di iOS, senza la necessità di app di terze parti.

Conosciuto in tutto il mondo come un formato di compressione file efficiente, ZIP è un ottimo strumento per facilitare la condivisione dei file e occupare meno spazio su disco. Questo, in quanto elimina le ridondanze durante la compressione, risparmiando spazio e consente l’unione di interi set di file in un solo .zip.

Disponibile nativamente sulla maggior parte dei moderni sistemi operativi, il formato è supportato anche su iDevices. Scopri come comprimere e decomprimere i tuoi file in formato ZIP su iPhone, iPad e iPod Touch utilizzando l’app File di Apple.

Come comprimere file ZIP su iOS

  • Con il tuo dispositivo in mano, apri l’app File e vai alla cartella o al file che desideri comprimere.
  • Ora tocca l’icona dei tre punti situata nella parte superiore dello schermo e scegli l’opzione Seleziona.
  • Seleziona i file che desideri comprimere e tocca l’icona dei tre punti situata nella parte inferiore dello schermo.
  • Tocca Comprimi e attendi il completamento del processo.

Hai imparato a comprimere i file sul tuo iPhone o iPad! Se si è scelto un solo file o una sola cartella da comprimere, il sistema creerà uno ZIP con lo stesso nome del file selezionato. Se hai scelto più file, il sistema creerà un “archivio.zip” che potrai rinominare come preferisci.

Per sapere come decomprimere il file appena compresso o come aprire un file ZIP ricevuto via e-mail, prosegui la lettura.

Come decomprimere i file ZIP su iOS

  • Con il tuo dispositivo in mano, apri l’app File e vai alla cartella con il file che desideri decomprimere.
  • Ora tocca il file ZIP per eseguire la decompressione automatica. Il sistema creerà una cartella con lo stesso nome del file scelto.

Hai imparato a decomprimere i file sul tuo iPhone o iPad! A questo punto non resta che decomprimere i file ricevuti e controllarne il contenuto in modo semplificato utilizzando l’app Files.

Se si desidera, una volta terminata la decompressione, eliminare il file ZIP originale per liberare spazio sul dispositivo.

Articolo precedenteWindows 11 su ARM, maggiori prestazioni con ARM64EC
Articolo successivoPavel Durov, creatore di Telegram, critica Apple e Google
La tecnologia, roba da donne: ecco la blogger per promuovere il lato rosa della tecnologia.