Windows 11 è stato ufficialmente rilasciato all’inizio di ottobre dello scorso anno e da allora il sistema operativo ha ricevuto numerosi aggiornamenti con funzionalità promesse durante l’annuncio e correzioni per problemi riscontrati dagli utenti.

Nella presentazione del sistema operativo, Microsoft ha evidenziato che Windows 11 sarebbe stato rilasciato gradualmente per garantire un’esperienza fluida e stabile per gli utenti. Questa politica ha fatto sì che molti dispositivi ricevessero l’aggiornamento solo nel 2022.

Tuttavia, Windows 11 sembra aver già superato questi passaggi iniziali. Microsoft ha dichiarato che il nuovo sistema operativo è disponibile per un’ampia distribuzione, il che significa che tutti gli utenti possono scaricarlo e installarlo direttamente da Windows Update.

Microsoft non prevede di imporre una migrazione agli utenti di Windows 10. L’ultimo sistema operativo rimane opzionale e chiunque scelga di rimanere su Windows 10 riceverà altri tre anni di supporto attivo.

L’annuncio dell’azienda arriva per cercare di attirare quegli utenti che ancora resistono all’aggiornamento del sistema operativo per paura di bug o altri problemi nella nuova versione. Gli ultimi dati indicano una crescita della quota di Windows 11.

Già pensando al futuro, Windows 11 dovrebbe ricevere nelle prossime settimane un importante aggiornamento chiamato 22H2 con l’aggiunta di diverse caratteristiche e funzionalità, come una maggiore personalizzazione nel menu Start e altre novità.

Hai già aggiornato a Windows 11? Raccontacelo nei commenti qui sotto!