Windows 11 Build 25206 è arrivato per coloro che fanno parte del Dev Channel. Tra le novità, da segnalare la funzione che permette il refresh rate dinamico su monitor esterni. Inoltre, la nuova versione include diversi tipi di correzioni per coloro che utilizzano il sistema operativo.

Nelle edizioni precedenti, gli utenti hanno ricevuto miglioramenti del widget Xbox (25201) e il ritorno delle ottimizzazioni della barra delle applicazioni alla modalità tablet (25193). Per non parlare delle correzioni di bug comuni nelle versioni di build per il software Microsoft.

La frequenza di aggiornamento dinamica è già una funzionalità di Windows 11 sui display integrati. Si tratta, in linea di principio, di una funzione che consente di modificare automaticamente il valore. In questo modo, il numero tende a cambiare tra più alto e più basso a seconda di ciò che l’utente sta facendo.

Questa volta, questa novità sarà disponibile anche per i monitor esterni. In pratica, questo dovrebbe aiutare a risparmiare la batteria. Per supportare questo attributo, è necessario disporre di un monitor con una frequenza di aggiornamento superiore a 120 Hz. Inoltre, deve essere compatibile con VRR e avere installato il driver WDDM 3.1.

Con ciò, vai nelle impostazioni e cerca la sezione “Sistema” e dopo averlo inserito, fai clic su “Visualizza”. Infine, vai alla sezione avanzata e seleziona un valore nella scheda della frequenza di aggiornamento. In questo modo, tutto sarà già attivato e potrai sfruttare la novità nella pratica.

Nel corso delle prossime settimane avremo ulteriori dettagli sugli aggiornamenti Windows 11, quindi seguiteci sui nostri canali ed appena avremo nuove informazioni sull’argomento o altre notizie provenienti dal mondo detta tecnologia posteremo un nuovo articolo per tenervi aggiornati come sempre.

Allora, ti è piaciuta la notizia? Commenta di seguito cosa pensi e cosa fai di solito che potrebbe richiedere frequenze di aggiornamento più elevate

Articolo precedenteGoogle Pixel Tablet avrà display da 11″ e supporto WiFi 6
Articolo successivoYouTube con Creator Music aiuta i creator col copyright

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui