La popolarità di WhatsApp lo rende un obiettivo primario per i truffatori che cercano di accedere al vostro account senza autorizzazione. La piattaforma supporta la verifica in due passaggi per una maggiore sicurezza, ma non è una funzione che la maggior parte degli utenti attiva di solito per i propri account. In alcuni casi, inoltre, gli utenti condividono inconsapevolmente il loro codice di accesso a due fattori di 6 cifre con i truffatori, consentendo loro di accedere al proprio account. Ora, come misura di sicurezza aggiuntiva, la piattaforma di proprietà di Meta sta lavorando per richiedere l’approvazione del login.

In futuro, quando si sposterà il proprio account WhatsApp su un nuovo dispositivo, la funzione di sicurezza mostrerà una richiesta di accesso sul dispositivo attuale. L’utente dovrà approvare la richiesta per avviare il processo di trasferimento del dispositivo. In questo modo, se un truffatore cerca di accedere al vostro WhatsApp da un nuovo dispositivo, potrete rifiutare tale richiesta. Secondo quanto riferito, la finestra di richiesta di accesso mostrerà anche altri dettagli importanti come l’ora e i dettagli del dispositivo da cui è stata inviata la richiesta.

WABetaInfo riporta che la funzione di approvazione dell’accesso al dispositivo è attualmente in fase di sviluppo e non è chiaro quando verrà lanciata al pubblico. Dovrebbe apparire prima sul canale beta di WhatsApp sul Play Store per poi essere disponibile al pubblico.

La finestra di approvazione dell’accesso al dispositivo potrebbe anche sostituire l’attuale procedura di accesso di WhatsApp basata sugli SMS. Quest’ultima potrebbe essere utilizzata come ripiego quando non si ha accesso al proprio dispositivo. La funzione potrebbe anche essere collegata all’imminente modalità companion di WhatsApp, che consentirà di utilizzare il proprio account su un telefono o un tablet secondario. Altri servizi di proprietà di Meta, come Facebook e Instagram, hanno già una funzione di accesso simile, in cui è necessario autorizzare l’accesso a un nuovo dispositivo dal telefono esistente.

Oltre all’approvazione dell’accesso al dispositivo, WhatsApp sta lavorando a una serie di altre novità per migliorare l’esperienza complessiva dell’utente. Tra queste, la possibilità di esportare i backup di Google Drive, catalogare gli utenti che abbandonano un gruppo e altro ancora.

Articolo precedente592 mila le app rimosse dall’App Store e dal Play Store
Articolo successivoOnePlus, l’Alert Slider tornerà nei prossimi smartphone

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui