Samsung prende il comando e dovrebbe iniziare a produrre chip con litografia a 3 nm prima di TSMC. 

Samsung dovrebbe prendere il comando e iniziare la produzione di chipset con la sua nuova litografia e tecnologia aggiornata entro la fine di questa settimana, una mossa che cerca di soddisfare la domanda per i componenti del prossimo anno a fronte della carenza.

Secondo le informazioni, la litografia a 3 nanometri del colosso sudcoreano è sviluppata utilizzando come base la tecnologia Gate-All-Around (GAA), riducendo l’area totale del componente fino al 45%, oltre a un 30% in più prestazioni e 50% in più di efficienza energetica, dati ottenuti confrontandoli con l’attuale processo di produzione a 5 nm.

Durante una visita a uno degli stabilimenti Samsung in Corea del Sud, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha visitato le strutture dell’azienda – dove dovrebbero essere prodotti i semiconduttori – e ha appreso di più sulla tecnologia a 3 nm che arriverà presto.

Parallelamente al lavoro di Samsung, TSMC ha annunciato che dovrebbe iniziare la produzione dei nuovi chipset solo a partire dal secondo trimestre di quest’anno, ovvero dopo il mese di luglio. Nonostante la dichiarazione, l’azienda taiwanese non ha rivelato quando i componenti saranno messi a disposizione degli OEM, ma è possibile che solo nel 2023.

È probabile che brand come Qualcomm e MediaTek traggano beneficio direttamente dalla nuova litografia, tuttavia non sappiamo se i colossi dell’hardware opteranno per la tecnologia Samsung o TSMC.

Vale la pena ricordare che Snapdragon 8 Gen 1, rilasciato con litografia dalla società sudcoreano, ha fatto una brutta figura per essersi surriscaldato troppo e non aver portato le prestazioni promesse. Dopo questi “problemi”, Qualcomm ha scelto TSMC per produrre la versione Plus del suo processore mobile, quindi non sappiamo se l’azienda nordamericana si fiderà nuovamente di Samsung.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui