Settembre 15, 2019

Riva Concert – Uno speaker con Alexa e tante ambizioni…

Si dice che l’imitazione sia la più sincera forma di adulazione. Se fosse vero, Sonos dovrebbe essere davvero onorato dall’arrivo del Riva Concert, il più piccolo dei due altoparlanti Wi-Fi di Riva equipaggiati con Alexa. Lo speaker ha più che una somiglianza con Sonos Play: con la sua forma cilindrica, il top in rete di alluminio avvolgente, la base a strisce nere e i pulsanti di controllo del pannello superiore. I pulsanti prominenti sono più simili a quelli che di un altoparlante smart Amazon Echo, completo di iconico anello luminoso blu che si illumina per mostrare la selezione della sorgente. Inoltre, il logo Riva (che si illumina durante i comandi di Alexa) è orgogliosamente in evidenza sul frontale.

Una volta scaricata e aperta l’app Riva Voice gratuita, le istruzioni di installazione sono intuitive. Da lì, avremo anche la scelta delle fonti musicali. I servizi di streaming comprendono Spotify, Amazon Music Unlimited e TuneIn Radio, per AirPlay (è previsto un aggiornamento software over-air ad AirPlay 2 per la primavera), così come DLNA (Digital Living Network Alliance) per lo streaming di file in rete (fino a 24 bit / 192 kHz) memorizzati su un server multimediale, disponibile anche tramite Wi-Fi. Internet non funziona? Nessun problema, abbiamo un jack da 3,5 mm e ingressi USB (quest’ultimo è anche una porta di ricarica) oltre al Bluetooth. Così, anche senza l’accesso web da servizi come Apple Music, Tidal e Deezer, il Riva potrà riprodurre i loro cataloghi tramite Bluetooth. C’è anche una batteria opzionale disponibile.

App e Alexa

L’app Riva è intuitiva, ma poteva essere gestita meglio dato che scorrere le librerie dei media server in forma di lista può essere faticoso. Lo speaker vanta il supporto per l’assistente vocale di Amazon Alexa, sebbene le chiamate e i messaggi di Alexa non siano attualmente supportati. I microfoni sono sensibili e anche durante la riproduzione di musica a livelli medio-alti non è necessario alzare la voce per essere ascoltati. C’è un pulsante di privacy per silenziare i microfoni degli altoparlanti e poi modificare il volume di Alexa indipendentemente dal volume della musica nelle impostazioni dell’app.

Al momento, la funzione multiroom è inclusa nell’elenco delle opzioni “coming soon” di Concert. Lo speaker è dotato di tre driver ADX e tre radiatori passivi (uno sul fronte dell’altoparlante e su entrambi i lati) producono un suono pieno che smentisce le dimensioni compatte dell’altoparlante (18×12,7×12,4 cm) e la potenza d’uscita da 50W. C’è un gradevole equilibrio nei toni generati da questo speaker, così come dei suoi bassi. Al Riva però mancano alcune variazioni dinamiche che non riescono a separare gli strumenti diversamente da altri diffusori di questa categoria come il Sonos One. Anche il suono del Riva Concert sembra leggermente più compresso. In definitiva è un buon speaker, ma nonostante il pregevole design, la connettività impressionante e il supporto di Alexa, il Riva Concert non offre esattamente la qualità audio e le prestazioni dei suoi diretti concorrenti.

Questo speaker può essere acquistato su Amazon a questo link https://amzn.to/2Lx0ChQ.

Condividi sui tuoi social
Francesco Palmieri

Blogger & Consulente Aziendale per il Mercato Estero

Translate »