Xiaomi 12X è attualmente il piccolino della serie 12, serie che vi ricordo essere composta da: Xiaomi 12 Pro, 12 e 12X. Dal punto di vista dimensionale, estetico ma anche nel display e nel comparto fotografico sembra essere identico allo Xiaomi 12, sarà davvero così? Davvero lo Xiaomi 12X è una versione economica del fratello maggiore in grado di offrire un’esperienza da vero top di gamma? Lo scopriremo insieme nel corso di questa recensione, buona lettura!

Confezione

All’interno della confezione di vendita troviamo: manualistica rapida; tool per accedere al vano SIM (dual SIM); un’ottima cover trasparente in silicone con camere d’aria lungo i lati (non risolvere il traballamento); cavo USB-C/USB-A e alimentatore da 67W per la ricarica Ultra Rapida.

Design elegante e eccellente display

Essendo esteticamente identico alla versione 12, Xiaomi 12X è un vero gioiellino da maneggiare. Appena lo si ha tra le mani la sensazione trasmessa è da smartphone top di gamma, complici i bordi appena curvi, l’ottimo assemblaggio e le dimensioni ridotte di: 152,7 x 69,9 x 8,2 mm; il peso si ferma a 176gr e gli dona la giusta sensazione di solidità. Lo smartphone è realizzato frontalmente in vetro Gorilla Glass Victus, posteriormente in vetro Gorilla Glass 5 e frame in alluminio. Appoggiato su un piano tende a traballare visto che dal blocco delle fotocamere sporge anche il sensore principale.

Il display è un AMOLED da 6,28” in risoluzione FHD+ (2400 x 1800 pixel) con refrash rate a 120Hz (regolabile su: automatico, 60Hz o 120Hz) e touch sampling 480Hz. Supporta il DCI-P3, il Dolby Vision, l’HDR10+ e il MEMC;con una luminosità massima di 1100 nits. Tutte queste specifiche si traducono in un eccellente display, dai colori fedeli se impostato su P3 e un’eccellente visibilità sotto la luce del sole (si vede anche con gli occhiali da sole).

Il reparto multimediale è completato da due potenti speaker stereo tuned by Harman/Kardon con supporto al Dolby Atmos che offrono un’ottima resa audio, discreto dettaglio e sufficiente spazialità. Però, non raggiungiamo la qualità audio ritrovata nell’Asus Zenfone 8 che per adesso resta sul podio degli smartphone con i migliori speaker. Purtroppo, non ho avuto modo di constatare la resa audio digitale tramite Type-C in quanto lo smartphone non ha riconosciuto nessuno dei DAC in mio possesso e in confezione non è fornito l’adattatore a jack 3.5mm.

MIUI 13 e Snapdragon 870: una combinazione micidiale! In tutti i sensi…

Purtroppo, lo Xiaomi 12X è arrivato sul marcato con Android 11 ma si è successivamente aggiornato ad Android 12, infatti, durante il periodo di prova, l’ho utilizzato con la MIUI 13 Global basata su Android 12 e patch di di maggio. La MIUI la conosciamo un po’ tutti e con la versione 13 non è cambiata l’esperienza d’uso ma sono stati introdotti dei piccoli miglioramenti, ad esempio, l’app fotocamera si apre quasi immediatamente e il centro di controllo è più pratico.

Xiaomi 12X è dotato dello Snapdragon 870 5G (7nm), 8GB di RAM LPDDR5 e 256GB di storage UFS 3.1 non espandibili. È un SoC che conosciamo molto bene e che per la maggior parte degli utenti è preferibile allo Snapdragon 888 in quanto offre la medesima esperienza d’uso in termini di velocità con il plus di consumare decisamente di meno. Sulla carta le premesse sono ottime ma all’atto pratico ci sono molte criticità software che rendono l’esperienza instabile, personalmente ho riscontrato questi problemi:

  • app che vanno in crash;
  • blocco dello smartphone;
  • momenti dove il frame rate scende ad un livello inusabile;
  • momenti dove il touch non risponde ai comandi;
  • Dolby Atmos che si blocca e si risolve con la classica tecnica accendi-spegni.

Per concludere il discorso sulle performance vorrei parlarvi delle temperature. Durante l’utilizzo quotidiano se messo sotto stress diventa un po’ tiepido nella parte alta, adesso che fa più caldo diventa un piccolo fornetto già dopo qualche minuto di utilizzo. Come alcuni di voi sapranno sono un mobile gamer e con una GPU come questa (Adreno 650) non potevo esimermi dal metterlo sotto stress testandolo con Genshin Impact, COD Mobile, Grid e il nuovo Apex Legends. Se siete dei giocatori accaniti questo non è lo smartphone che fa per voi, dopo esattamente 12 minuti lo smartphone è bollente e le performance calano a picco assieme ad un elevato stuttering.

Foto e video: vale la pendere spendere di più per Xiaomi 12?

Il comparto fotografico è formato dagli stessi sensori presenti sullo Xiaomi 12, troviamo: principale SONY IMX766 da 50MP f/1.9, grandangolare da 13MP f/2.4 123° e sensore macro da 5MP f/2.4; frontalmente troviamo la selfie camera da 32MP f/2.5.

Scatta come Xiaomi 12? No. Anche se ha gli stessi sensori, il software di questo 12X ha qualcosa che non va. Tutti gli scatti che ho effettuato presentano nitidezza eccessiva, colori saturi ma soprattutto un’evidente problema di sovraesposizione delle scene che porta ad avere degli scatti irreali; a mio avviso sono anche brutti da postare sui social dove di solito colori più saturi possono attrarre di più. Stranamente gli scatti di notte sono più gradevoli di quelli in diurna, però, in questo caso il software va ad ammorbidire troppo l’immagine eliminando un bel po’ di dettaglio. Il sensore macro è divertente da usare visto che non è il solito sensorino da 2MP presente solo a fare numero. Purtroppo, le stesse criticità le ritroviamo anche nella selfie camera.

I video possono essere registrati alla risoluzione massima 8K 24fps e hanno una buona qualità ma sono un po’ traballanti, molto buoni i filmati in 4K a 60fps che risultano sufficienti anche con poca illuminazione.

Autonomia e ricezione

Xiaomi 12X ha una batteria da 4.500mAh con supporto alla ricarica rapida cablata a 67W (0-100% in 40 minuti). L’autonomia mi ha sorpreso, sono riuscito a concludere un’intera giornata sotto rete dati arrivando a sera con un 10/15% e totalizzando poco più di 6 ore di schermo accesso. Con uso più standard o sotto rete Wi-FI è possibile arrivare anche alle 7 ore. La ricezione è nella media, il sensore di prossimità virtuale non mi ha dato problemi con le chiamate tradizionali ma a volte fa le bizze con i vocali nelle app quali Whatsapp o Telegram.

Considerazioni finali e prezzo

Xiaomi 12X è uno smartphone in cui avevo molta fiducia ma ad oggi con i difetti che ha non ve lo posso consigliare poiché è ancora acerbo, anzi, forse è divenuto di nuovo acerbo a causa dell’aggiornamento ad Android 12 e occorre ulteriore tempo affinché venga sistemato a dovere. Qualora venissero sistemate le criticità software e a livello fotografico, questo 12X ha tutte le caratteristiche per diventare un vero flagship killer oltre che ad un ottimo smartphone compatto.

A mio avviso il suo prezzo di listino di 699€ è un po’ alto. La buona notizia è che ad oggi lo si trova già sotto i 500€ su Amazon, con questo ritmo è possibile che si assesti sui 450€ già nei prossimi mesi.

8.1 / 10 Voto Finale
DESIGN9
HARDWARE8.5
DISPLAY9
FOTOCAMERA7
SOFTWARE7
AUTONOMIA8.5
USO GENERALE7.5
QUALITÀ PREZZO8

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui