23 Gennaio, 2020

Recensione Sitecom CN-392 USB-C: ora iPad Pro è davvero un computer

iOS13 e iPadOS13 ci hanno permesso di espandere l’esperienza d’uso dei dispositivi mobili Apple, consentendo l’interfaccia a periferiche esterne quali chiavette USB e Schede SD.

A beneficiare maggiormente di questa novità è iPad, che oramai è diventato un vero e proprio computer portatile: non è un caso che Apple abbia tolto dal listino il MacBook 12″ e molti stiano vendendo il proprio MacBook Pro o Air, per scarso utilizzo.

Non possiamo ancora dire di poter del tutto abbandonare un Mac, ma se passiamo la maggior parte del nostro tempo in mobilità, abbiamo necessità di scriver documenti, realizzare fogli di calcolo, gestire le proprie e-mail e talvolta fare video e foto editing (anche professionale), iPad Pro è diventato sicuramente l’ideale.

Per poter interfacciare il nostro tablet con periferiche esterne, ci viene in aiuto Sitecom grazie all’ adattatore CN-392, un dispositivo con attacco USB-C dotato di:

  • 1 ingresso HDMI
  • 1 ingresso USB 3.1
  • 1 ingresso jack 3.5mm Audio
  • 1 ingresso USB-C con Power Delivery 100W

Realizzato in alluminio ultraleggero, è stato progettato per combinarsi perfettamente con l’iPad Pro (2018), ma è anche possibile utilizzarlo con altri tablet, smartphone (come Samsung Galaxy S10) o notebook dotati di porta USB di tipo C.

E’ plug n’ play: ci basterà connetterlo al nostro dispositivo per iniziare ad usarlo, senza installare alcun driver.

La porta HDMI è di tipo ultra HD 4K e restituisce una qualità cristallina di visione, con la possibilità di collegare le cuffie all’ingresso jack audio da 3,5 mm, che all’occorrenza possono funzionare anche con il microfono per telefonate o video conferenze.

La porta di tipo USB-A 3.1 supporta una velocità di trasferimento dei dati di 5 gbps e una potenza di 4,5 w, ed è compatibile con i precedenti standard USB 3.0 / 2.0.

Con la porta USB-C con power delivery da 100 w (20 v / 5 a), è possibile ricaricare o fornire energia al dispositivo mentre si utilizzano anche le altre porte. Quest’ultima supporta la modalità desktop, se volessimo collegare il device ad un monitor esterno dotato dello stesso ingresso.

La ricarica è compatibile tramite la classica presa a muro: vi segnalo invece che con un power bank anche di sufficiente potenza, iPad non viene caricato.

Ho trovato questo adattatore l’ideale per il viaggio e la portabilità: piccolo, leggero, maneggevole e al tempo stesso solido. Tra le mani abbiamo un oggetto realizzato con la massima cura e con materiali pregiati.

L’ho testato in diverse situazioni collegandoci principalmente chiavette USB-A formattate sia in Mac OS esteso (journaled) che in ExFAT, senza alcun tipo di problema nel trasferimento dati, sia in ingresso che in uscita.

Ho collegato la porta USB-C ad un SSD esterno contenente dati e anche in questa occasione, non ho avuto alcun problema.

E’ sicuramente un compagno di viaggio ideale, da portare sempre con se.

Ve lo consiglio fortemente, lo trovate su Amazon a questo link: https://amzn.to/2EH2HBb

 

Condividi sui tuoi social
Marco Cereseto

Sono stato “folgorato” dai prodotti Apple nel 2010 con iPhone 3GS, anche se il primo vero prodotto fu iPod nano. Poi da lì ho iniziato ad appassionarmi sempre di più ai prodotti e alla filosofia di Cupertino, fino a diventare esperto di ogni trucco e segreto.

Translate »