Cuffia over ear immersiva per gaming, 2 driver da 40mm con gruppo-magnete al neodimio, surround 7.1, sistema di vibrazione, microfono removibile, retroilluminazione RGB Mystic Light, cavo di connessione USB con controller fisico inline per regolazioni e settaggi, struttura in metallo con design pieghevole, custodia da viaggio.

Ascoltare il mondo di gioco mentre lo stiamo esplorando è fondamentale per immergersi totalmente nella partita. I dettagli audio che vengono elaborati durante le nostre sessioni di gaming sono sempre più ricchi e coinvolgenti, ma troppe volte non riusciamo a goderceli a causa di distrazioni sonore nell’ambiente circostante o periferiche di scarse qualità di diffusione. MSI, leader mondiale taiwanese nella progettazione e sviluppo di hardware per computer, dedica la sua attenzione a un’altra icona nel mondo del gaming: la cuffia over ear. MSI Immerse GH50 è un dispositivo di riproduzione nel quale ciascun padiglione sonoro avvolge interamente l’orecchio: ciò assicura quindi un’ottima qualità audio e, al contempo, una riduzione del rumore esterno quasi perfetta. Il surround 7.1 in combo con l’ecopelle e con il microfono unidirezionale rimovibile vi catapulteranno nel mezzo del campo di battaglia. Grazie alla retroilluminazione RGB personalizzabile, si passa con un click dagli effetti più sgargianti ad un’estetica sobria, adatta a qualsiasi altro ambiente. Infine, il design flessibile di MSI Immerse GH50 permette di piegare i padiglioni verso l’interno per essere facilmente riposta nella sacca da viaggio e trasportata con il minimo ingombro.

Caratteristiche e funzionalità

In un paio di cuffie il componente più importante è il driver audio: MSI equipaggia le sue cuffie over ear Immerse GH50 con due supporti da 40mm ciascuno con gruppo-magnete al neodimio. Questa scelta di materiale offre una fonte magnetica permanente di elevata intensità e, grazie al surround virtuale 7.1 ed al sistema di vibrazione, l’esperienza audio risulta molto corposa e coinvolgente.

L’imbottitura che avvolge l’orecchio, che viene lasciato libero da qualsiasi pressione, è in pelle sintetica morbida e completa il processo di isolamento. Durante le fasi di gaming, pertanto, avremo modo di capire bene la direzione dalla quale provengono i suoni: immergersi nell’ambiente di gioco sarà davvero un piacere e, il sistema di vibrazione è un’importante caratteristica che enfatizza i bassi rendendoli più “tangibili” e profondi, facendo sì che il palcoscenico sonoro percepito sia ancor più ampio. 

L’arco interno che compone la struttura di MSI Immerse GH50 è realizzato in metallo e questo dona una notevole stabilità e resistenza. Per bilanciare i pesi e non gravare troppo sulla testa, le altre parti sono in plastica. Il design è flessibile e questo offre un vantaggio notevole: sono presenti infatti due cerniere, sempre in metallo, che consentono di ripiegare i padiglioni verso l’interno dell’arco, rendendo così la cuffia molto più compatta e facile da trasportare.

Per quanto riguarda il microfono, esso è un componente rimovibile a piacere e questo fattore è molto importante per poter meglio diversificare gli utilizzi. Una volta inserito nell’apposito jack audio da 3,5 mm, posto sotto il padiglione sinistro, rimarrà in posizione rigida: essendo unidirezionale, favorisce una comunicazione chiara ed efficace durante le partite online. Qualora, si vada a rimuoverlo, si evita di averlo come ingombro: questa soluzione è ideale, per esempio, se vogliamo semplicemente ascoltare musica. La rimozione infine, permette il trasporto delle proprie MSI Immerse GH50 ancor più in sicurezza.

La connessione avviene al proprio dispositivo Windows 10 / 8.1 / 8 / 7 tramite un cavo intrecciato USB 2.0 molto robusto e con connettore placcato in oro. Ma i 2,2 metri di filo consentono di poterle utilizzare anche sulle proprie console, come per esempio PlayStation4. Grazie al pad di comandi posti direttamente sul filo, potremo accedere con facilità a tutte le impostazioni: in particolare sarà possibile abilitare o disabilitare, tramite la pressione dei rispettivi tasti, il controllo vibrazione, il virtual 7.1 surround e il microfono. La regolazione del volume, invece, avviene tramite una rotella.

Tramite software, infine, si completa non solo la personalizzazione sonora, ma anche quella estetica. RGB Mystic Light gestisce la retroilluminazione del drago, logo di MSI Immerse GH50 con vari effetti visivi: i principali sono la scelta del proprio colore preferito, in maniera fissa, ma sono presenti anche effetti di cambio di tonalità ciclico, pulsante o “beats”, cioè a tempo con quello che si sta ascoltando. Più che altro, questa funzione è godibile quando lasciamo le cuffie sulla nostra scrivania, magari tra una partita e l’altra o semplicemente posizionate su un supporto e lasciate accese come arredo.

Inoltre, creando vari profili tramite il software madre Dragon Center, possiamo gestire l’equalizzatore, i vari effetti sonori e le combinazioni di illuminazione delle nostre cuffie ma anche l’integrazione con tutte le periferiche collegate all’interno del nostro ecosistema MSI: una buona postazione da gaming parte soprattutto da quanto ci fa strizzare l’occhio non appena ci avviciniamo!

Considerazioni finali

MSI Immerse GH50 è un ottimo paio di cuffie a padiglione over ear che offre tante caratteristiche importanti per godersi i propri momenti di gaming con qualche piccola chicca in più: l’ampio driver, l’insonorizzazione acustica e il virtual 7.1 surround già sono una base molto solida, ma tanti sono gli accorgimenti che ne permettono un impiego a tutto tondo. Il microfono rimovibile e il design pieghevole fanno capire quanto questo prodotto possa essere sì integrato nella propria postazione fissa per videogiocare, ma può essere anche spostato con semplicità.

Certamente il peso di 300g non consente sessioni prolungate di utilizzo: l’orecchio, dopo ogni ora, ha sicuramente bisogno di respirare e fare una pausa, in ogni caso, è anche una precauzione. Molto stimolante (proprio fisicamente) è la vibrazione direttamente sul padiglione, che offre valore aggiunto ai bassi.

Nella nostra prova abbiamo constatato, purtroppo, che la resa sonora su PS4 risulta castrata: mancano le peculiarità di MSI Immerse GH50 cioè il 7.1 surround e gli effetti di vibrazione. Un vero peccato perché la periferica viene riconosciuta correttamente dal sistema: sebbene l’ottimo audio di base e l’insonorizzazione facciano apprezzare i singoli rumori in campo aperto, tutti i dettagli più precisi non vengono esaltati come su Windows 10. 

In un prodotto come questo, infine, dato che non lo vediamo se non quando viene riposto, l’illuminazione è un fattore più di design che altro: è comunque molto dinamica, soprattutto se sincronizzata con tutte le altre periferiche all’interno della propria postazione. La stand per il posizionamento in verticale (venduta a parte) ne esalta proprio questa caratteristica.

Non resta altro da scrivere se non il link per concludere l’acquisto, direttamente tramite lo store MSI sul portale Amazon: https://amzn.to/2MQVs16

8.3 / 10 Voto Finale
DESIGN8
MATERIALI8.5
USO GENERALE8.5
QUALITÀ PREZZO8