AOC oltre a realizzare monitor da gaming offre anche una serie di periferiche e accessori da abbinare al vostro PC, tra questi troviamo: tastiere, mouse, tappetini, supporto per il monitor e persino headset da gaming. In questa recensione vedremo le GH300 delle cuffie da gaming che si posizionano nella fascia di prezzo sotto i 50€, una fascia molto agguerrita essendo questo il budget comune per i videogiocatori. Sulla carta le specifiche promettono bene ma la vera domanda è: “Sarà riuscita un’azienda che si occupa di monitor a realizzare delle valide cuffie da gaming?”.

Confezione

La confezione è davvero minimal, troviamo solo le cuffie e un manuale di istruzioni rapide. Non ho gradito molto la shell in plastica nella quale alloggiano le cuffie perché fa sembrare il prodotto più economico di quello che è, si poteva realizzare diversamente.

Design classico e buona qualità costruttiva

Il design di queste AOC Gaming GH300 non è innovativo, effettivamente somigliano molto alle HyperX Cloud Alpha ma si differenziano per la presenza di due LED RGB laterali, personalizzabili nel colore, che formano la scritta AOC. Alla fine dei conti è un design gradevole, non troppo appariscente (con i LED spenti) ma soprattutto è funzionale. Le cuffie sono interamente realizzate in plastica fatta eccezione per le due griglie laterali, la struttura dell’arco superiore e gli inserti rossi che sono di metallo. Il cavo da 2m è in corda ma si aggroviglia facilmente mentre il telecomando ha dimensioni generose e un touch and feel molto plasticoso, inoltre, la manopola del volume è imprecisa quindi vi consiglio di metterla al massimo e controllare il volume dal PC.

Le GH300 risultano comunque solide, il padding dell’arco superiore è buono consentendo di indossarle senza problemi per diverse ore di fila. Anche i pad dei padiglioni sono comodi, sono realizzati in memory foam e offrono un discreto isolamento acustico, anche se, essendo cuffie chiuse, mi sarei aspettato un isolamento passivo maggiore. Se l’ambiente di utilizzo è rumoroso continuerete a sentire un 40-50% di quello che accade intorno a voi.

Audio e microfono

All’interno delle GH300 troviamo dei discreti driver da 50mm realizzati in materiale composito (PU+PPEK), risposta in frequenza da 20Hz a 20KHz e impedenza di 32 Ohm. Le GH300 danno il meglio di se quando utilizzate per il gaming e non tanto per l’ascolto musicale, sotto questo aspetto sono solo sufficienti allineandosi con quello che offre la concorrenza in questa fascia di prezzo (salvo qualche eccezione). Le cuffie mancano di dettaglio e risoluzione, ciò non si abbina bene con l’importante enfasi in gamma alta, infatti, in alcuni brani risulta stancante e fastidiosa. I medio bassi hanno carattere, sono ben presenti ma talvolta si mischiano con i medi che risultano un po’ sottotono; le basse frequenze ma soprattutto le sub-bass mancano di persistenza. I toni non sono dei più naturali e le voci femminili risultano un po’ metalliche e pungenti.

Durante le sessioni di gioco, a patto che non siano giochi musicali come OSU, si comportano molto bene per la fascia di prezzo con un’equalizzazione che predilige i titoli FPS riuscendo a far capire abbastanza chiaramente la posizione del nemico, inoltre, il soundstage non è male per essere delle cuffie chiuse. Rispetto alla concorrenza non hanno il solito bass boost che vi potrebbe distrarre quando ci sono delle esplosioni.

Il microfono removibile è omnidirezionale ed è protetto da un pop filter anch’esso rimovibile. Senza perderci troppo in tecnicismi vi dico subito che il microfono si comporta molto bene, dall’altro lato vi sentiranno bene e con un buon volume di registrazione. Nel mio caso la voce è risultata un po’ più fredda di quella che è nella realtà, però, visto che serve per comunicare con gli altri giocatori direi che non è un dramma.

Software G-Menu

Il software per il controllo delle cuffie è l’AOC G-Menu, se avete difficoltà a trovarlo sul sito vi rimando alla recensione del monitor gaming AOC Q27G2S in cui trovate il link per il download. La grafica è molto carina ed è discretamente completo: potete cambiare il campionamento della frequenza e il bit rate (massimo 24 bit 96KHz); attivare la chiarezza per la voce; gestire l’effetto surround e controllare i due LED RGB. Il virtual surround 7.1 è divertente da usare per sentire qualche brano ma, come in altre cuffie da gaming, non è una funzione che userei sempre visto che fa perdere ulteriore dettaglio. Manca un equalizzatore manuale o dei preset applicabili.

Considerazioni finali

Quindi, per rispondere alla domanda che ho posto all’inizio, la risposta è . AOC, un’azienda che realizza monitor, è riuscita a realizzare delle valide cuffie da gaming tenendo testa alla concorrenza. Le GH300 si comportano molto bene nelle sessioni in gioco offrendo un’esperienza migliore rispetto alla concorrenza grazie al buon soundstage, all’assenza del bass boost e alla presenza di buon microfono removibile; non sono delle cuffie con cui ascolterei la musica ma non si acquista un prodotto del genere per questo scopo.

Le potete acquistare su Amazon al prezzo di circa 40€.

Articolo precedenteGoogle, arrivano novità negli aggiornamenti di sistema
Articolo successivoApple Music per Android si aggiorna e porta l’opzione timer
Ho varie passioni che ruotano intorno alla tecnologia come gli smartphone, i PC e i videogiochi ma con la diffusione delle cuffie wireless mi sono avvicinato sempre di più al mondo dell'audio fino a rimanerne stregato e diventarne un grande appassionato.