16 Dicembre, 2019

Recensione Cuffie Bluetooth Fresh ’n Rebel Clam: qualità eccellente!

E’ davvero divertente provare tutti questi accessori musicali, soprattutto quando il prodotto è di fascia alta. Si perché la qualità di Fresh ‘N Rebel non si può discutere. Il design, i materiali utilizzati, il packaging e la cura dei dettagli, fa si che si possa affermare, senza ombra di dubbio, che questo è un bel prodotto.

Anche le Clam fanno parte di questa categoria: materiali di alto livello, facilità di utilizzo, accoppiamento veloce, accessori in dotazione completi. E grazie a questa recensione, le posso paragonare in un’acerrima sfida, con le mie fedeli Beats Studio 3.

Le cuffie sono un modello Over-ear, i padiglioni sono in un tessuto comodo e morbido per le nostre orecchie, che non ci farà sudare troppo durante le lunghe sessioni di ascolto. L’imbottitura della parte superiore, che appoggia sulla nostra testa, invece è rivestita in tessuto traspirante e molto soffice.

I colori disponibili in catalogo poi sono davvero belli: blu petrolio, grigio chiaro, grigio scuro, rosa cipria, rosso rubino e verde menta.

L’abbinamento ai nostri dispositivi è facilissimo: premendo per 2 secondi il tasto posto nella parte posteriore destra con il simbolo Play/Pause, accenderemo le cuffie. Per attivare il Bluetooth, il manuale dice che, bisogna premere per 5 secondi lo stesso tasto. In realtà ho riscontrato quanto segue: premendo il tasto per 2 secondi, le cuffie si accendono e si possono già accoppiare tramite Bluetooth al nostro dispositivo, mentre premendo il tasto per 5 secondi le cuffie si spengono. Probabilmente si tratta di un errore di stampa. In entrambi i casi (accensione e spegnimento) le cuffie emettono due piacevoli e distinti suoni, per avvisarci della corretta operazione.

Sotto il tasto Play, troviamo i tasti volume + e -, che se premuti per 2 secondi, ci consentiranno di attivare la funzione traccia successiva (volume +) e traccia precedente (volume -). Nella parte sinistra abbiamo il tasto di accensione e spegnimento del sistema ANC per la cancellazione attiva del rumore.

I padiglioni sono ovviamente regolabili in altezza e si possono ripiegare.

 

Una volta connesse al dispositivo (in questo caso iPhone XS) mi sono accorto di un particolare: manca un led di stato batteria. E’ presente infatti solamente un piccolo led, fisso per segnalare l’accensione e lampeggiante per segnalare la fase di accoppiamento Bluetooth, e il led di stato del sistema ANC, ma non troviamo led di segnalazione per lo stato della batteria.

Un dettaglio che mi ha lasciato un pochino di amaro in bocca: se l’accoppiamento è con uno smartphone, ad esempio iPhone, iOS ci mostrerà lo stato della batteria nell’apposita sezione, ma se le accoppiamo al Mac, il livello di carica non compare da nessuna parte, ed è un vero peccato.

Il suono che restituiscono queste CLAM è davvero ottimo, soprattutto per la musica dance e rock. Bassi interessanti, con un volume decisamente alto e potente. Se attiviamo il sistema ANC, l’audio migliora notevolmente, isolandoci completamente dall’ambiente circostante. Se togliamo l’ANC, l’audio perde leggermente un pochino di qualità, ma la differenza ve la segnalo perché voglio davvero cercare l’ago nel pagliaio.

L’ autonomia dichiarata dalla casa è di 35 ore di utilizzo senza ANC, 30 con ANC. Un ottimo risultato.

Le cuffie inoltre permettono di rispondere alle chiamate telefoniche, tramite i tasti posti nel padiglione destro.

Nella confezione, di pregevole fattura, troviamo:

  • il cavo di ricarica USB/microUSB
  • un cavo audio jack/jack da 3,5 mm
  • uno splendido sacchetto di nylon traforato, con cerniera e tasca separata porta oggetti

Nella sfida con le mie Beats Studio 3, si equivalgono, ma i punti di forza delle CLAM sono sicuramente:

  1. il prezzo: nonostante siano di fascia alta, le possiamo trovare a prezzi che variano dai 100 ai 150€ per la versione con ANC, e dai 60 ai 100€ per la versione senza ANC, contro i 350€ delle Studio 3
  2. la comodità: sono molto più leggere e comode delle Studio 3, soprattutto nelle lunghe sessioni di utilizzo

Il suono l’ho trovato pressoché identico, e con differenze davvero minime tra i due modelli.

Se le CLAM, in un futuro upgrade, avranno il led di stato batteria, e tasti multi-funzione leggermente meno vistosi e più minimali (come quelli delle Beats), beh, il sorpasso sarebbe netto. Peccato per il Chip Apple W1, che essendo proprietario, non lo posso inserire come metro di giudizio nella sfida, non potendo essere presente nel prodotto di Fresh ‘N Rebel. Certo che per chi come me, ha un ecosistema 100% Apple, un pochino di preferenza la continuo a dare alle Studio 3, anche se queste CLAM mi hanno piacevolmente stupito.

Le trovate ovviamente su AMAZON, acquisto consigliato davvero per tutti, dai più ai meno pretenziosi: avrete sulla testa e nelle orecchie, un prodotto di prima qualità https://amzn.to/2YcWTuE

Condividi sui tuoi social
Marco Cereseto

Sono stato “folgorato” dai prodotti Apple nel 2010 con iPhone 3GS, anche se il primo vero prodotto fu iPod nano. Poi da lì ho iniziato ad appassionarmi sempre di più ai prodotti e alla filosofia di Cupertino, fino a diventare esperto di ogni trucco e segreto.

Translate »