23 Gennaio, 2020

Recensione CyberGhost VPN: economica ed affidabile

Faccio una premessa all’articolo che state per leggere: non sono molto esperto di servizi VPN, e quello che vi sto per raccontare è la mia esperienza in merito al servizio offerto da questa azienda. 

Prima di utilizzare questa applicazione e scrivere questo articolo, mi sono documentato in merito, anche su altri marchi più famosi, che offrono lo stesso servizio.

CyberGhost è una società con base in Romania, creata da uno staff europeo. CyberGhost è molto famosa in Germania, in quanto si può pagare in contanti in alcuni negozi e ha lanciato varie campagne Indie per la raccolta di fondi per la creazione di server proxy in Europa.

Il punto di forza di questa VPN è sicuramente il prezzo, vantaggioso su base annua o triennale e dotato di diverse possibilità di scelta, con ben 45 giorni di offerta soddisfatti o rimborsati.

CyberGhost VPN offre la possibilità di collegare fino a 7 dispositivi diversi al loro server, siano essi dispositivi Apple, Windows, Linux o Android.

I server a nostra disposizione sono più di 3000, con protocolli OPENVPN, L2TP/IPSEC, PPTP, crittografia militare a 256 bit e più di 60 Nazioni.

La politica di CyberGhost è No Logs. Spingono sulla possibilità di pagare (in Germania) in forma anonima by cash in alcuni negozi (ottimo se fosse possibile farlo qui), pagamento in bitcoin e avvisano che non tracciano alcun tipo di operatività in quanto la società sottostà alle leggi della Romania che permettono di non salvare i logs.

Ha un client personalizzato sia per iOS che Mac e Android e una interfaccia uguale per tutti i sistemi operativi, molto semplice e intuitiva, dove tutte le opzioni sono a portata di clic, divise in sottomenu:

  • Lista completa dei server
  • Lista server messi tra i nostri preferiti
  • Lista server ottimizzati per lo streaming (il vero punto di forza)
  • Lista server ottimizzati per il torrent e il p2p
  • Opzioni di connessione e regole

La versione per mobile è molto più minimale e con meno possibilità di scelta.

Una volta che ci colleghiamo vedremo una schermata che ci avvisa dell’IP acquisito: per una rapida connessione possiamo selezionare la voce Posizione Migliore oppure scegliere noi stessi il server che preferiamo.

La prima voce a nostra disposizione è Navigazione Anonima. Vi basterà cliccare e vi mostra le impostazioni settate in automatico per partire anche con una schermata del browser in modalità anonima, per essere sicuri anche lato client.

La funzionalità Navigazione Protetta è come navigazione anonima che vi collega al server più veloce rispetto a dove siete posizionati.

La voce All server permette di avere la lista dei server che mostra varie info, come la velocità o se possono essere usati per il P2P e il torrent. L’Italia ha numerosi server.

Fermo restando che collegandosi a un determinato server dovreste sbloccare il servizio di una determinata nazione, ci sono servizi “ufficialmente” supportati, come ad esempio la BBC in UK o Amazon Prime Movie in USA.

  • I servizi ufficialmente supportati li trovate alla voce For Streaming
  • Netflix USA e’ supportato, insieme a Francia, Germania, Danimarca e UK.
  • La loro policy è no logs per tutte le attività che fate all’interno del tunnel VPN.
  • Hanno superato un audit dai principali gruppi per la privacy come l’EFF.

Selezionando una connessione dalla voce veloce di utilizzo per torrent è possibile impostare un client come qBittorrent per l’uso tramite VPN.

Ci sono svariate voci nel menu di CyberGhost VPN: è importante segnalare la possibilità di configurare l’accesso tramite proxy, la scelta di un profilo default di partenza, la possibilità di usare i loro DNS ed evitare DNS Leaks.

Grazie alla funzione Setting Smart Rules la VPN parte in automatico su determinati wi-fi, server e hot spot.

Di seguito vi mostro i test di velocità della connessione eseguiti tramite l’app Speedtest:

  1. Connessione senza VPN attiva, servizio internet fornito da Infostrada, velocità massima 100 Mbps in FTC
  2. Con il servizio CyberGhost VPN attivo e il collegamento ad un server italiano
  3. Collegandomi ad un server statunitense ottimizzato per Netflix
  4. Collegandomi ad un server tedesco generico
  5. Collegandomi ad un server inglese generico
  6. Collegandomi ad un server australiano generico

Durante il periodo di prova, di circa un mese, ho potuto appurare i seguenti benefici:

  • Una minore tracciabilità nelle mie ricerche sul web, con minori pubblicità banner su social network e internet
  • Minore ricezione di pubblicità spam sulle mie e-mail (ne ho 7 diverse)
  • Poca diminuzione del consumo di batteria sui dispositivi mobili, anche durante l’uso del 4G, con l’app attiva in background

Tra i punti negativi che ho notato durante il periodo di utilizzo, c’è sicuramente la frequente perdita del segnale wi-fi di casa: spesso mi sono trovato con il menu di connessione dati dell’iPhone (soprattutto) che continuava a rimbalzare tra connessione dati e wi-fi. L’ho trovato alquanto fastidioso e talvolta seccante, specie se si sta guardando un filmato o scaricando un’applicazione.

CyberGhost e’ un ottima VPN indicata a quelle persone che cercano una soluzione affidabile specialmente per effettuare download torrent anonimo e cercano una VPN senza logs. Facile da usare anche per sbloccare vari servizi online.

Condividi sui tuoi social
Marco Cereseto

Sono stato “folgorato” dai prodotti Apple nel 2010 con iPhone 3GS, anche se il primo vero prodotto fu iPod nano. Poi da lì ho iniziato ad appassionarmi sempre di più ai prodotti e alla filosofia di Cupertino, fino a diventare esperto di ogni trucco e segreto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »