Le Creative Zen Hybrid sono cuffie utilizzabili tramite bluetooth wireless o cablate attraverso jack 3.5 mm, pensate per i più svariati usi, ma principalmente indirizzate, data la loro comodità, per un uso outdoor, soprattutto grazie alla presenza della funzione di cancellazione attiva del rumore.

Utilizzate per l’ascolto musicale, Creative Zen Hybrid si collocano di diritto tra le migliori cuffie del mercato, non avendo nulla da invidiare ad altri marchi più blasonati: si indossano alla perfezione, anche grazie all’ottima imbottitura sia dei padiglioni che della parte alta a contatto con la testa. Peso contenuto e materiali di prima qualità le rendono eccellenti.

Caratteristiche

Le Creative Zen Hybrid hanno un design classico con linee arrotondate e utilizzano una combinazione di colori di grande successo: bianco e grigio con dettagli in rame, creano un contrasto attraente ed elegante.

All’interno della confezione troviamo oltre alle cuffie, un cavo jack audio con un attacco angolare e uno lineare da 1,5 mt, un cavo di ricarica USB-C/USB-A da 1,5 mt, un sacchetto in stoffa per il trasporto e la manualistica.

Fin da subito, le Creative Zen Hybrid colpiscono per il loro alto grado di flessibilità. Grazie all’eccellente mobilità, possiamo girarle e piegarle verso l’interno, rendendole compatte e facili da trasportare.

Le caratteristiche principali delle Creative Zen Hybrid sono:

  • Cancellazione attiva del rumore ibrida (ANC): con microfoni feedforward e feedback su ciascun padiglione, la tecnologia Hybrid ANC cancella fino al 95% del rumore ambientale. Per le chiamate, la chiarezza vocale è migliore grazie a un microfono aggiuntivo con cancellazione del rumore;
  • Ambient Mode: Con questa modalità è possibile rimanere in ascolto dell’ambiente dove necessario, per sicurezza in strade trafficate o per comodità quando ordini da bere in un bar;
  • Driver al neodimio da 40 mm: Sapientemente progettato dagli ingegneri di Creative per un suono ben bilanciato, in grado di adattarsi ad un’ampia varietà di generi.

Possiamo utilizzare le Creative Zen Hybrid sia tramite una connessione Bluetooth che tramite il jack da 3,5 mm. Se scegliamo la prima opzione, potremo utilizzare l’applicazione dedicata SXFI per goderci il suono olografico di Creative, noto come Super X-FI. Questa tecnologia crea un effetto sonoro surround che funziona alla grande con determinati contenuti, purché non streaming.

L’inclusione di un cavo da 3,5 mm garantisce una compatibilità quasi universale: possiamo collegare Creative Zen Hybrid a un gran numero di dispositivi o sistemi hi-fi e ci godremo da subito le cuffie, senza la necessità di configurare nulla.

L’auricolare destro è il cuore delle Zen Hybrid: è qui che troviamo il pulsante del volume, il connettore jack da 3,5 mm, il pulsante di eliminazione del rumore e quello del Bluetooth, che può essere utilizzato anche per controllare le chiamate e la riproduzione, nonché per attivare gli assistenti vocali del nostro smartphone. Nell’auricolare sinistro invece sono collocati microfono e ingresso di ricarica.

Prova

La qualità del suono offerta da queste cuffie in modalità Bluetooth e con suono olografico disattivato è davvero buona. Spiccano un’eccellente separazione e chiarezza degli strumenti, così come alti e medi, con una lieve carenza di bassi. Dico lieve, perché per me, l’enfatizzazione dei bassi è una priorità nella scelta di un paio di cuffie, ma va a gusti. Provate con l’album di Dua Lipa “Future Nostalgia”, il cui basso elettrico è molto pronunciato in diversi brani, ho avvertito la mancanza della classica “botta” da basse frequenza.

Nel complesso, Creative Zen Hybrid offrono un’eccellente qualità del suono che coprirà senza problemi le esigenze della maggior parte degli utenti.

Lo stesso risultato si ottiene con il collegamento cablato tramite jack, anche se si perdono le funzionalità della modalità Bluetooth.

La cancellazione del rumore è ottima, isolando correttamente l’utente dall’ambiente esterno, anche se ho preferito nettamente la modalità ambiente, che isola lasciando tuttavia spazio anche ai suoni esterni.

Una voce femminile, ci avviserà delle varie modalità selezionate quali accensione e spegnimento, attivazione della modalità di accoppiamento, cancellazione del rumore o ambientale. I tasti tuttavia, alla pressione, risultano un po’ rumorosi, creando un effetto plasticoso.

L’integrazione con lo smartphone è perfetta: il controllo delle chiamate e la qualità del microfono sono buoni. La modalità Ambient funziona perfettamente e fa davvero la differenza, rendendola un chiaro valore aggiunto. Lo stesso si può dire per il sistema di cancellazione del rumore ibrido, che ha soddisfatto le mie aspettative sia all’esterno che all’interno.

L’autonomia è ampissima visto che stiamo parlando di una durata di 27 ore della batteria con ANC attivato o 37 in modalità standard, con il valore aggiunto della ricarica rapida: 2/3 ore dallo 0 al 100% e fino a 5 ore di durata della batteria con soli 5 minuti di ricarica.

Grazie alla tecnologia proprietaria Creative, Super X-FI, già apprezzata in altre occasioni, il suono olografico restituisce un’esperienza di ascolto incredibile adattandosi all’orecchio dell’utente, seppur limitando l’ascolto ai brani salvati in locale: visto l’incremento sempre maggiore nell’utilizzo di contenuti musicali in streaming, sarebbe opportuno trovare una soluzione per ovviare a questo ostacolo.

Conclusioni

Non si possono non apprezzare queste Creative Zen Hybrid: l’ottima qualità del suono, sia con cancellazione attiva del rumore che senza, e l’esperienza durante le conversazioni telefoniche sono eccellenti. Il peso piuma, gli ottimi materiali e il colore incredibilmente elegante, sono valori aggiunti da non sottovalutare: un ottimo esempio di lavoro ben fatto, sia in termini di design, che di ergonomia e qualità costruttiva.

Il suono risulta pulito, separa correttamente ogni strumento e permette di godere di uno spettro sonoro ricco, seppur votato verso le frequenze medio-alte.

La cancellazione del rumore attiva e la modalità suono ambientale spiccano particolarmente bene e sono esattamente ciò che ci si aspetta da questo tipo di cuffie. Lo stesso si può dire dell’autonomia, che risulta buona per garantire diversi giorni di utilizzo senza preoccuparsi di caricare le cuffie.

Noi abbiamo avuto la fortuna di provarle in anteprima per voi, non vi resta che effettuare il pre-ordine sul sito Creative, in quanto la disponibilità delle Zen Hybrid sarà il 1 luglio: https://it.creative.com/p/headphones-headsets/creative-zen-hybrid

8.2 / 10 Voto Finale
DESIGN & MATERIALI8.5
AUDIO8
AUTONOMIA8
USO GENERALE8.5
QUALITÀ PREZZO8
Articolo precedenteMicrosoft ritira Internet Explorer e reindirizza a Edge
Articolo successivoiPhone, Pegatron cerca di espandersi al di fuori della Cina
Sono stato “folgorato” dai prodotti Apple nel 2010 con iPhone 3GS, anche se il primo vero prodotto fu iPod nano. Poi da lì ho iniziato ad appassionarmi sempre di più ai prodotti e alla filosofia di Cupertino, fino a diventare esperto di ogni trucco e segreto.