Settembre 15, 2019

Recensione ABOX Raspberry Pi 3 Model B+

Il mondo Raspberry mi ha sempre affascinato e da sempre avrei voluto smanettare con un dispositivo del genere che permette di poter fare di tutto. Da pochi giorni sono riuscito ad avere nelle mie mani la versione di ABOX di questo piccolo gioiello, che oltre ad offrire il Raspberry Pi 3 Modello B+ aggiunge una serie di accessori davvero immancabili.

Contenuto della scatola:

  • 1x Raspberry Pi 3 Model B+

  • 1x 5V 2.5A Power Adapter con interruttore

  • 1x 16GB SanDisk EVO + Micro SD Card preloaded con NOOBS

  • 1x Custodia trasparente per Raspberry Pi 3 B+

  • 1x Card Reader compatibile con USB-A & USB-C

  • 1x Cavo HDMI

  • 2x Dissipatore di calore in rame

  • 1x ABOX Raspberry Pi Quick Start Guide

 

Specifiche:

  • CPU ARM Cortex-A53 a 64 bit quad-core a 1.4GHz

  • LAN wireless 802.11ac dual band e Bluetooth 4.2 LE

  • Ethernet più veloce (Gigabit Ethernet su USB 2.0)

  • Supporto Power-over-Ethernet (con HEP PoE separato)

  • Miglioramento della rete PXE e avvio da dispositivi USB

  • Migliore gestione termica: 200 MHz in più di frequenza di clock della CPU, larghezza di banda triplicata (cablata e wireless) e capacità di mantenere prestazioni elevate per molto più tempo.

Appena uscito il Raspberry Pi 3 Modello B+ ha subito conquistato il pubblico per aver rinnovato la versione Pi 3 datata ormai 2016.

Le misure sono le stesse del Raspberry Pi 3, 56x85x16 mm e tutte le connessioni e le porte rimangono nella stessa posizione. Tutto questo può sembrare una mancanza di immaginazione da parte della Fondazione Raspberry Pi, ma mantenere lo stesso design ha senso se questo significa compatibilità con tutte le componenti di terze parti.

In termini di porte, il Pi 3 B+ è dotato di una porta Gigabit Ethernet potenziata, una porta HDMI full-size, quattro porte USB 2.0 e connessioni per cavi a nastro per telecamere e display.

Immagino che il design non è quello che vi aspettavate ma non preoccupatevi, a questo ci pensa ABOX fornendo di un case trasparente; il meglio di questo Raspeberry è, però, nelle performance.

Rispetto alla generazione precedente il processore è stato perfezionato: è ancora un chip Broadcom quad-core a 64 bit abbinato a 1 GB di SDRAM LPDDR2, ma ora funziona con una velocità di clock di 1,4 GHz, portando un miglioramento di circa il 17%.

Invece le prestazioni grafiche non sono tanto migliorate. La velocità di clock della GPU è la stessa del Pi 3, ma c’è stato un miglioramento nei driver grafici del sistema operativo Raspbian che ne fanno comunque apprezzare un incremento delle prestazioni.

Il vero cambiamento di questo aggiornamento di generazione è nella connessione; infatti il Raspberry Pi 3 B+ ora supporta il PoE tramite un connettore a quattro pin e connettore separato in grado di ottenere 300 Mbit/sec, ma anche l’hardware wireless è stato migliorato con un nuovo chip Wi-Fi 802.11ac dual-band che aggiunge un miglioramento simile a quello ottenuto con l’aggiornamento Ethernet.

Conclusioni:

Nella sostanza i pochi miglioramenti del nuovo modello Raspberry Pi 3 B+, connessione migliorata (sia ethernet che wireless) e processore più veloce abbinati a questo modello di ABOX, rendono questo starter pack la soluzione ideale per chi vuole iniziare a cimentarsi con il mondo Raspberry o per chi vuole fare un upgrade di un vecchio modello ad un prezzo accessibile e tutto acquistabile su Amazon a questo link https://amzn.to/31afSVz.

Condividi sui tuoi social
Francesco Palmieri

Blogger & Consulente Aziendale per il Mercato Estero

Translate »