Google ha annunciato il tanto atteso Pixel Watch. Le voci sullo smartwatch a marchio Pixel si sono susseguite negli ultimi 4 anni e finalmente Google lo ha ufficializzato all’I/O 2022. Il lancio ufficiale è ancora lontano mesi e le specifiche dell’orologio non sono ancora note. Tuttavia, è circolata una notizia che rivela alcune informazioni interessanti e sorprendenti sul processore dell’indossabile. Il rapporto sostiene che il dispositivo pixel arriverà con un processore Exynos del 2018.

9to5Google ha appreso dalle sue fonti che lo smartwatch Google Pixel utilizzerà il chip Exynos 9110 di Samsung, rilasciato per la prima volta 4 anni fa. Il chip ha debuttato con la serie di wearable Samsung Galaxy nel 2018.

In precedenza si era vociferato che lo smartwatch sarebbe stato alimentato dal Samsung Exynos W920, lo stesso processore che alimenta il Galaxy Watch 4. Questo avrebbe dato al Pixel Watch un vantaggio rispetto al suo concorrente, ma sembra che Google abbia scelto di autosabotarsi con un processore di quattro anni fa proveniente da un device fuori produzione.

È sicuramente deludente sapere che l’atteso smartwatch Google Pixel potrebbe non essere dotato di un processore top di gamma, ma Google potrebbe contrastare questa situazione con gli ultimi miglioramenti del software. L’azienda ha rivelato che l’orologio sarà dotato di WearOS, che dovrebbe offrire un’esperienza più veloce e fluida sotto le dita.

Inoltre, lo smartwatch include la tecnologia Fitbit che aggiunge funzioni come il monitoraggio del sonno e della frequenza cardiaca. Consente inoltre di visualizzare i minuti della zona attiva e di monitorare i progressi rispetto agli obiettivi di fitness personali.

Google lancerà il Pixel Watch come dispositivo di punta, il che significa che avrà un prezzo alto. Ma lo comprerete dopo aver saputo che potrebbe essere dotato di un chipset obsoleto? Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui