I software dedicati alla modifica e all’ottimizzazione delle fotografie non mancano certo negli store di iOS e Android, in un’ampia varietà che passa dal semplice tool di ottimizzazione automatico all’editor avanzato con strumenti che lo avvicinano ai software per computer. In questa grande variabilità è difficile trovare la giusta combinazione per le proprie esigenze. La proposta di Picsart è particolarmente interessante per un gran numero di utenti, poiché va oltre le funzioni di base senza però diventare soverchiante a causa di strumenti troppo complessi, spesso difficili da utilizzare sui dispositivi mobile. Il tool in realtà è disponibile anche per Windows Universal e in versione online basata sul Web, ma non c’è alcun dubbio che il suo habitat naturale siano i “piccoli” schermi degli smartphone iOS e Android.

Non mancano, naturalmente, gli strumenti di base, come quelli per ritagliare le fotografie, correggere l’esposizione o modificare la risoluzione; anche queste funzioni, in genere piuttosto scontate, sono però accompagnate da opzioni che ne rendono l’utilizzo più semplice o più efficace. Nel caso del ridimensionamento, per esempio, la funzione di upscaling è in grado di garantire un’ottima qualità del risultato, applicando algoritmi molto evoluti per distinguere tra i dettagli e gli artefatti di compressione.

Picsart propone anche un vasto arsenale di strumenti artistici: effetti basati sull’intelligenza artificiale che possono tramutare un selfie in un ritratto dipinto, funzioni di ritocco avanzato che stravolgono l’aspetto di una fotografia comune o strumenti per eliminare e sostituire uno sfondo poco interessante, o ancora cancellare in maniera rapida e intelligente elementi e oggetti indesiderati.

Non mancano neppure le funzioni di composizione per creare collage di grande impatto, aggiungere sticker, testi ed altri elementi grafici. Pennelli evoluti permettono di “dipingere” con illustrazioni e sticker, per ottenere composizioni ricche e originali, che vanno ben oltre le normali fotografie personali pubblicate sul Web o sui social media. In totale, gli strumenti di manipolazione sono oltre 50, con un’evoluzione continua che aggiunge novità a ogni release.

Da qualche tempo, Picsart è in grado di modificare anche i video; questa funzione non raggiunge la potenza e la dotazione di un software di montaggio, ma offre comunque molti strumenti per ritagliare, ottimizzare e abbellire anche i clip video con un’interfaccia amichevole. Da non sottovalutare è anche la componente social del servizio: le immagini e le composizioni migliori possono essere condivise e commentate dagli altri utenti, e utilizzate come “ricetta” per applicare effetti analoghi alle proprie fotografie.

Picsart è scaricabile e utilizzabile gratuitamente nella versione di base, ma chi vuole accedere a tutte le sue funzioni ed eliminare i watermark dovrà sottoscrivere un abbonamento Gold, che costa 2,58 euro al mese o 30,99 all’anno.

Conclusione finale

Picsart è un editor fotografico (e video) ricchissimo di strumenti e funzioni, che permettono di ottenere risultati di grande impatto in maniera automatica o con pochissimo sforzo. Notevole, in particolare, la funzione Remix, che consente di replicare sulle proprie foto i passaggi e i risultati ottenuti da altri membri della community.

PRO

  • Ricchissima dotazione di strumenti
  • Remix consente di replicare i risultati
  • Include anche un editor video

CONTRO

  • Per sfruttarla a fondo serve un abbonamento
  • La pubblicità è un po’ intrusiva

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui