Il Face ID è uno dei tratti distintivi dell’ecosistema Apple. Introdotto con l’iPhone X, ha dato origine alla famosa “tacca”, fatta su misura per ospitare i complessi sensori biometrici necessari per il riconoscimento facciale.

Questo notch che ha caratterizzato gli iPhone fino ad ora è però destinato a scomparire con i prossimi modelli iPhone 14 Pro e 14 Pro Max e sembra dunque che Apple, finalmente, stia innovando il design dei suoi dispositivi. Tuttavia, Apple non si fermerà qui e le voci che riguardano l’idea di un display completamente liscio e privo di ritagli girano già da tempo.

Esistono già modi per facilitare una fotocamera selfie integrata sotto il display; è fattibile, anche se con qualche compromesso. Ma Apple deve anche trovare un modo per fare lo stesso con i sensori biometrici Face ID. Secondo alcune indiscrezioni, su questo l’azienda di Cupertino starebbe lavorando già da tempo.

Anche se non è chiaro fino a che punto siano stati fatti progressi, ora sappiamo che i primi tentativi di un modulo Face ID sotto il display non arriveranno con i futuri iPhone. Ross Young, uno dei maggiori esperti del settore dei display, prevede che il Face ID sotto il display arriverà prima sull’iPad.

Young ha condiviso questa informazione nell’ultimo episodio del MacRumors Show. Young prevede che la funzione farà il suo debutto con un modello di iPad Pro (non specificato) tra il 2023 e il 2025. Se tutto va secondo i piani, il Face ID sotto il display potrebbe poi passare all’iPhone.

Secondo Young, il primo iPhone con Face ID e fotocamera sotto il display potrebbe essere l’iPhone 18 Pro nel 2026. Si spera dunque che per allora Apple abbia perfezionato tutte le tecnologie così che avremo finalmente un iPhone con un display senza ritagli.

Articolo precedenteTwitter testa nuove opzioni per post con foto, video e altro
Articolo successivoTikTok inizia a testare i minigiochi HTML5 nell’app stessa
La tecnologia, roba da donne: ecco la blogger per promuovere il lato rosa della tecnologia.