Huawei Mate 50 è il prossimo flagship del colosso cinese. All’inizio di questo mese, le voci suggerivano che lo smartphone fosse nelle fasi finali dei test con supporto per 5G e HarmonyOS 3.

Tuttavia, contrariamente a quanto riportato, non dovrebbe essere dotato solo di piattaforme Snapdragon, ma anche di una nuova variante del chipset Kirin 9000, sviluppato dalla stessa Huawei e prodotto da TSMC.

Secondo un famoso insider su Weibo, Huawei Mate 50 arriverà con il nuovo chipset Kirin 9000S. La rivelazione è una sorpresa, in quanto segna il ritorno del processore in questa serie di punta.

Rivela inoltre che esiste una quantità limitata di questi chipset per la linea Huawei Mate 50 e che alcuni dispositivi utilizzeranno piattaforme Snapdragon. Tuttavia, l’insider sottolinea che le specifiche potrebbero ancora cambiare fino al lancio.

Nel 2020 Huawei ha introdotto la linea di chipset Kirin 9000, composta da due processori: il Kirin 9000 e il Kirin 9000E. Entrambi sono stati prodotti utilizzando il processo di litografia a 5 nanometri di TSMC e costruiti con 15,3 miliardi di transistor. Hanno un’architettura a otto core (1+3+4) e la GPU Mali-G78.

A marzo Huawei ha lanciato il chipset Kirin 9000L con Huawei Mate 40E Pro 5G, che ha come una delle sue peculiarità un’architettura a sei core, composta da un Cortex-A77 da 3,13 GHz, due Cortex-A77 da 2,54 GHz. GHz e 3 Cortex-A55 con 2,05 GHz, oltre alla GPU Mali-G78.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui