Da poco più di tre settimane è arrivato il Google Pixel 6A ed è già dentro un nuovo scandalo. Per chi se lo fosse perso, Pixel 6A ha un grave problema di sicurezza relativo al lettore di impronte digitali che sblocca lo smartphone anche con impronte non registrate; abbiamo approfondito questo discorso in un articolo precedente che potete recuperare qui.

Questa volta i riflettori del web sono puntati sul display del Pixel 6A, che come sappiamo, supporta un refrash rate a soli 60Hz. Però, nelle ultime ore, uno sviluppatore ha mostrato tramite un tweet di aver sbloccato il display del Pixel 6A per farlo viaggiare a 90Hz, proprio il valore che molti utenti si aspettavano di vedere su questo medio-gamma. Ma è davvero così?

Analizzando l’immagine allegato al tweet, che mostra un test effettuato con UFO Test, possiamo dire che effettivamente il display del Pixel 6A sta effettivamente girando a 90Hz. Alcune voci per il web dicono che il Pixel 6A monti un display SAMSUNG in grado di arrivare anche a 120Hz ma non è qualcosa di cui abbiamo dati, quindi, per adesso è solo un’ipotesi non accertata.

Attenzione, non è ancora chiaro se la procedura effettuata dallo sviluppatore sblocchi solamente l’accesso ai 90Hz o se si tratti di un’operazione di overclock del display. In tal ci sarebbe una bella differenza, l’overclock di un display che non supporta quelle frequenze con il tempo può danneggiare la vita del pannello stesso.

Se il display del Pixel 6A supporta nativamente i 90Hz e non si tratta solo di un overclock del pannello,probabilmente siamo dinanzi ad una furbata adottata da Google per cercare di far preferire all’utenza il Pixel 6 a discapito del 6A. A conti fatti i due smartphone sono molto simili, sono anche entrambi mossi dallo stesso SoC Google Tensor, quindi, se davvero si potrà sbloccare il display a 90Hz senza ripercussioni negative, potrebbe essere lui il medio-gamma d’acquistare in questo 2022.

Lo sviluppatore ha annunciato che presto pubblicherà la procedura da lui effettuata per accedere ai 90Hz, in tal modo ne potremo sicuramente sapere di più e riusciremmo a capire se effettivamente è stata un mossa di Google o se semplicemente il pannello supporta solo i 60Hz. Continuare a seguirci per sapere come andrà a finire!

Articolo precedenteRedmi K50 Ultra e Xiaomi Pad 5 Pro 12.4 ufficiali in Cina
Articolo successivoAMD Ryzen 7000: in attesa del lancio ufficiale, ecco la nuova confezione
Ho varie passioni che ruotano intorno alla tecnologia come gli smartphone, i PC e i videogiochi ma con la diffusione delle cuffie wireless mi sono avvicinato sempre di più al mondo dell'audio fino a rimanerne stregato e diventarne un grande appassionato.