I messaggi RCS hanno più di 500 milioni di utenti attivi e Google chiede ad Apple di utilizzare il default.

Google ha collaborato con operatori mobile e produttori di dispositivi con il sistema operativo Android per aggiornare i protocolli di messaggistica SMS e MMS. Per questo l’azienda opera nel nuovo format denominato RCS.

Rich Communication Services (RCS) è un nuovo standard di messaggistica che consente la condivisione di immagini di alta qualità, il supporto per l’invio tramite Wi-Fi e la visualizzazione di indicatori e una futura esperienza di messaggistica di gruppo.

Secondo i dati rilasciati da Google all’evento annuale degli sviluppatori I/O 2022i messaggi RCS hanno più di 500 milioni di utenti attivi in ​​tutto il mondo. È possibile accedere al nuovo sistema tramite l’app Messaggi.

Tuttavia, è necessario che l’operatore dell’utente aderisca al protocollo. RCS offre già la crittografia end-to-end per le conversazioni individuali, così come WhatsApp, ad esempio, ma non ha ancora la funzione per i gruppi. Questa funzione dovrebbe arrivare in una versione beta aperta nel 2022.

Apple e l’RCS

Gli utenti iOS non possono utilizzare RCS perché Apple non ha adottato lo standard. Apple vede il modello di messaggistica di Google come un concorrente di iMessage, il proprio messenger che è uno dei più popolari sul mercato.

Anche all’I/O 2022, Google ha fatto riferimento ad Apple chiedendo che tutti i sistemi mobili adottino il nuovo standard RCS, presentato come più efficiente e sicuro. Resta da vedere se Apple soddisferà la richiesta del concorrente.

“Ci aspettiamo che ogni sistema operativo mobile riceva il messaggio e esegua l’aggiornamento a RCS, quindi i tuoi messaggi sono privati ​​indipendentemente dal dispositivo che stai utilizzando”, ha affermato un dirigente di Google durante la presentazione.

Restate sintonizzati sui nostri canali ed appena avremo nuove informazioni in merito posteremo un nuovo articolo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui