Ormai conosciamo quasi tutto del Galaxy Watch 5 e del Watch 5 Pro, mancano solo gli accessori in dotazione. Ed ecco che Il tipster Snoopy Tech ci prova con le specifiche e le immagini del caricabatterie così da completare tutta la lista. È emerso che il Samsung Galaxy Watch 5 sarà dotato di un “disco” di ricarica USB-C in grado di erogare 10W e di portare gli smartwatch al 45% della batteria in 30 minuti.

Si tratta di un’ottima notizia, soprattutto per il Galaxy Watch 5 Pro che, secondo le previsioni, avrà una batteria molto più grande, da 500 mAh, e quindi un’autonomia maggiore rispetto al Galaxy Watch 4, che può essere definito un predecessore nonostante il cambio di denominazione.

A patto che il cavo di ricarica sia collegato a un adattatore di corrente da 10W, ovviamente, ma almeno il disco magnetico è dotato di una moderna porta USB-C invece della vecchia USB-A con cui sono stati forniti i preziosi caricabatterie per indossabili Samsung.

Apple, a sua volta, elenca velocità di ricarica del Watch Series 7 superiori a quelle che si ipotizzano per il nuovo caricabatterie del Watch 5 di Samsung. Secondo Apple, il Watch Series 7 si ricarica all’80% in 45 minuti.

Considerata la velocità di ricarica del 45% in 30 minuti del Galaxy Watch 5, non è certo che il disco da 10W sia ora in grado di portarlo all’80% per altri 15 minuti. L’Apple Watch Series 7, tuttavia, ha una batteria molto più piccola, da 309 mAh, e un’autonomia piuttosto esigua che dura a malapena tutto il giorno con un utilizzo normale.

Samsung, invece, si sta preparando ad annunciare uno smartwatch con un’autonomia di due o tre giorni, almeno per quanto riguarda il Galaxy Watch 5 Pro, che ha una batteria da 500 mAh gigantesca per un orologio intelligente. 

Per questo motivo, i tempi di ricarica dichiarati non sono un paragone tra pari, in quanto un Watch 7 potrebbe ricaricarsi più velocemente, ma poi perderebbe la carica più rapidamente, mentre il Watch 5 Pro continuerebbe a funzionare nonostante la velocità di ricarica potenzialmente più lenta.

Articolo precedenteSamsung dà il via al programma di autoriparazione
Articolo successivoOPPO Reno 8 e 8 Pro, svelati prezzi e colori per l’Europa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui