Oggi ti presentiamo un’altra guida, questa volta, per gli utenti di smartphone e tablet Android! Scopri di seguito come controllare lo stato della batteria del tuo dispositivo e come prolungare la vita di questo importante componente.

Come probabilmente già saprai, il tuo smartphone o tablet, come ogni componente elettronico, tende a degradarsi sin dal primo utilizzo e nel caso delle batterie, parte di questi dispositivi, questo non è diverso.

Le batterie al litio integrate in questi dispositivi subiscono un processo chimico ogni volta che si caricano o si scaricano e alcune abitudini, di cui parleremo tra poco, possono prolungare o accorciare la vita di questo componente.

A tal fine, le tue abitudini e il naturale processo di degrado della batteria le conferiscono un certo livello di salute. Che, in altre parole, si riflette sulla capacità di carico massima del pezzo.

Cioè, se la tua batteria ha una capacità di 4.000 mAh e la salute è all’80%, ad esempio, ciò implica che la capacità di carica massima per questa batteria è di 3.200 mAh. Quindi, il 100% indicato dal sistema corrisponderà al nuovo valore, non più ai 4.000 mAh originali.

Ma questo è normale e probabilmente dovresti sentire una differenza significativa nell’autonomia del dispositivo solo quando la salute della batteria è inferiore al 70%. Questo, tenendo conto che l’autonomia era buona prima di raggiungere questo valore, perché se così non fosse già lì con il 100% o il 90%, qualsiasi cosa al di sotto avrà un grande impatto.

Per controllare lo stato della batteria su Android, ci sono fondamentalmente due metodi disponibili: tramite la composizione di un codice e tramite app di terze parti..

Controllo tramite codice

Alcuni dispositivi Android consentono di inserire un codice per controllare le informazioni sul dispositivo. Sfortunatamente, i menu di solito non riportano il numero di cicli di carica, ma solo lo stato attuale della batteria. Dai un’occhiata qui sotto.

  • Apri l’app telefono dello smartphone;
  • Nell’area di composizione, digita “*#*#4636#*#*” (senza virgolette);
    • Se il tuo smartphone è Xiaomi, il codice potrebbe essere “*#*#6485#*#*“.
  • Cerca l’opzione informazioni sulla batteria.

Se il tuo dispositivo supporta il codice, vai all’opzione “Informazioni batteria” e quindi controlla la voce “Stato batteria“. Qui conoscerai lo stato di salute attuale contrassegnato da indici come “Perfetto“, “Buono“, “Cattivo” ecc.

Se non riesci a trovare l’articolo sopra descritto, lo stato della tua batteria potrebbe essere indicato da un codice alfanumerico; normalmente, “MB_06”.

Se il tuo dispositivo non supporta il codice, continua a leggere.

Tramite l’app AccuBattery

Oltre a poter utilizzare il codice sopra descritto, una buona opzione può essere quella di utilizzare applicazioni di terze parti come AccuBattery. Disponibile gratuitamente sul Play Store, oltre a consentirti di controllare lo stato della batteria, l’app può comunque aiutarti con suggerimenti per mantenere la batteria in salute più a lungo.

Vale la pena ricordare, tuttavia, che per ottenere lo stato di durata della batteria, l’app deve monitorare alcuni cicli di ricarica, poiché Android non consente alle applicazioni di accedere allo storico di carica del componente.

Con l’app già installata sul tuo dispositivo e dopo alcuni cicli di caricamento, controlla la sequenza qui sotto.

  • Con AccuBattery aperto sul tuo dispositivo, accedi al menu “Salute;
  • Alla voce “Stato batteria” potrai controllare l’attuale percentuale di salute del tuo dispositivo, oltre alla capacità originale del componente e alla capacità attuale stimata.

Hai imparato a controllare lo stato di salute del tuo dispositivo con AccuBattery! In generale, le batterie nuove hanno solitamente valori superiori al 95%, ma come detto in precedenza, si dovrebbe avvertire una differenza significativa nell’autonomia del dispositivo solo quando si raggiungono tassi inferiori al 70%. Qualsiasi valore superiore all’80% può già essere considerato buono.

Come preservare la salute della batteria più a lungo

A causa del degrado dei componenti chimici, le batterie al litio tendono a perdere la loro capacità nel tempo, ma questo è un processo naturale! Tuttavia, alcune buone abitudini possono prolungare la vita di questo componente.

Quando possibile, evitare di utilizzare il dispositivo in ambienti molto caldi ed evitare che la batteria si scarichi completamente. Inoltre, non lasciare che il telefono si carichi al 100% e cerca di mantenere la percentuale di carica della batteria sempre tra il 20% e l’80%.

In generale, ricorda: le ricariche piccole e frequenti sono meglio delle ricariche complete. Se non è necessario, evita la ricarica rapida: alcuni dispositivi consentono di disabilitare la tecnologia tramite i menu di configurazione.

Infine, scegli sempre di utilizzare cavi e caricatori originali o almeno, articoli certificati ed evita di utilizzare il dispositivo mentre è collegato all’alimentazione.

Se hai intenzione di riporre un elettrodomestico per un po’ di tempo, è preferibile lasciarlo con una carica parziale piuttosto che una carica completa o completamente scarica. Anche quando sono ferme, le batterie al litio invecchiano e perdono la loro capacità di carica.

Articolo precedenteAMD Ryzen 7000: in attesa del lancio ufficiale, ecco la nuova confezione
Articolo successivoXiaomi presenta Watch S1 Pro e le Xiaomi Buds 4 Pro in Cina
La tecnologia, roba da donne: ecco la blogger per promuovere il lato rosa della tecnologia.