Se ci seguite da un po’, probabilmente saprete già che, oltre a tenervi informati, cerchiamo sempre di aggiungere ulteriori conoscenze alla vostra vita quotidiana, con suggerimenti e tutorial per permettervi di sfruttare al meglio i vostri dispositivi e le vostre app. Oggi, proseguendo questa routine, vi presentiamo un altra guida, questa volta per gli utenti di iPhone! Scoprite di seguito come associare una schermata di blocco a una modalità Focus e ottimizzare la vostra vita quotidiana.

Con l’arrivo di iOS 16, la funzionalità ha acquisito una funzionalità in più rispetto ad iOS 15, rendendo possibile associare Spotlight alle schermate di blocco. Quindi, non appena viene selezionata una schermata di blocco, la modalità di messa a fuoco associata si attiva insieme a tutti i tuoi preset e viceversa.

Con questo, selezionando una specifica schermata di blocco, l’utente avrà un rapido accesso ai widget selezionati per quel momento, oltre alle impostazioni generali, predefinite in modalità Focus, che possono anche essere aggiunte.

Senza ulteriori indugi, scopri come utilizzare la funzione di seguito.

  • Con l’iPhone sbloccato ma ancora nella schermata di blocco, tocca e tieni premuto sullo schermo;
  • Tocca “Focus”;
  • Scegli una delle modalità di messa a fuoco da collegare alla rispettiva schermata di blocco.

Ok, ora ogni volta che viene selezionata la schermata di blocco in questione, la modalità di messa a fuoco collegata si avvierà automaticamente. Oltre al percorso sopra indicato, è possibile effettuare l’associazione tramite i menu di configurazione dell’iPhone stesso. Per fare ciò, vai su Impostazioni > Focus, seleziona uno dei Spotlight e, in “Personalizza schermate”, fai tap sull’opzione Scegli che si trova sotto la rappresentazione della schermata di blocco.

Sperando di esservi stati utili, vi consigliamo di restare sempre sintonizzati sulle nostre frequenze per essere sempre aggiornati su quello che accade nel mondo della tecnologia.

Articolo precedenteNVIDIA lancia superchip DRIVE Thor per veicoli a guida autonoma
Articolo successivoWhatsApp beta porta la scorciatoia della fotocamera su Android e iOS

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui