Google vuole che tutti i telefoni con Android offrano una funzione per un’installazione più rapida degli aggiornamenti software. Come annunciato dallo sviluppatore Mishaal Rahman questo mercoledì 21 settembre, tutti i dispositivi con Android 13 installato dalla fabbrica dovranno supportare “A/B System Updates” .

Conosciuta anche come “Seamless Updates” (Tradotto: Aggiornamenti continui), la funzione è un’alternativa al metodo convenzionale di installazione degli aggiornamenti. Samsung è uno dei produttori che utilizza ancora la vecchia procedura, ma che potrebbe cambiare con il debutto del Galaxy S23, che di regola, dovrebbe uscire dalla fabbrica con Android 13.

A/B System Updates consente al sistema operativo di scaricare e installare gli aggiornamenti in background senza spegnere il telefono. Per questo viene creata una partizione secondaria sulla memoria del dispositivo, dove viene installato l’aggiornamento mentre l’utente continua a navigare sul web o chattare su WhatsApp.

Dopo aver installato l’aggiornamento sulla partizione secondaria, il software chiede all’utente solo di riavviare il telefono affinché le modifiche abbiano effetto, un processo molto più rapido rispetto al metodo convenzionale, in cui gli utenti aspettano lunghi minuti mentre lo smartphone installa una patch di sicurezza o una nuova versione del sistema operativo.

Questo metodo non è esattamente nuovo. Gli aggiornamenti di sistema A/B sono stati introdotti con Android 7.0 Nougat nel 2016 e le aspettative della grande tecnologia erano di renderlo standard con Android 11, ma i problemi relativi ai requisiti minimi hanno finito per vanificare i piani. Ora è possibile per tutti i telefoni con Android 13 nativo offrire “Aggiornamenti senza interruzioni”.

Samsung, come accennato, è una delle poche aziende che non ha ancora incluso il meccanismo A/B System Updates nei suoi smartphone, ma questo dovrebbe cambiare con il lancio di Galaxy S23, Galaxy S23 Plus e Galaxy S23 Ultra, in modo tale che dovrebbero essere i primi telefoni del barnd a lasciare la fabbrica con Android 13 con One UI 5.0.

Cosa ne pensi dell’iniziativa di Google? Commenta qui sotto!

Articolo precedenteMicrosoft terrà il prossimo evento Surface il 12 ottobre
Articolo successivoAmazon testerà l’uso di elettrocarburanti per le consegne

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui